(NewTuscia) – ROMA – “Ancora una volta le politiche del Campidoglio dimostrano l’imbarazzante incompetenza della sindaca Raggi. Oggi, purtroppo, tocca al sociale e alle politiche abitative. A fronte di un bilancio, quello partorito dai grillini, che prefigura un sensibile taglio ai servizi destinati ai soggetti diversamente abili, assistiamo all’ipotesi di dare casa ai nomadi in cambio della chiusura dei campi rom. Quest’ultima – la dismissione degli insediamenti attrezzati – rappresenta senz’altro una priorità per la città ma non vorremmo si trasformi in una corsia preferenziale per quei rom che hanno fatto della microcriminalità e dell’illegalità diffusa la propria quotidianità. Questo non sarebbe davvero accettabile. Piuttosto, la giunta Raggi pensasse prima di tutto alle esigenze dei cittadini romani, costretti già a convivere con una mobilità scadente, un decoro ai minimi storici e una raccolta rifiuti insufficiente”. Così, in una nota, il consigliere regionale FI e vicepresidente della commissione Politiche Abitative, Adriano Palozzi.