Gli Auguri natalizi del vescovo di Civita Castellana: nelle festività ci sia spazio anche per il silenzio, l’ascolto e l’attenzione per gli altri

Stefano Stefanini

(NewTuscia) – CIVITA CASTELLANA – Gli auguri per un Natale autentico, con un invito a recuperare il senso genuino della  Natività ed affrontare il nuovo anno come “un dono prezioso del Signore”, sono questi in sintesi i voti augurali espressi dal vescovo di Civita Castellana, mons. Romano Rossi, in un’intervista pubblicata sulla pagina Lazio Sette di Avvenire.

A livello ecclesiale un impegno particolare e’ stato riservato e verra’ confermato per il 2017 per la Pastorale Giovanile nella formazione degli adolescenti e dei giovani alla scoperta delle fede e all’inserimento nella vita delle rispettive parrocchie. E’ in corso di elaborazione il nuovo progetto diocesano per la preparazione alla Cresima e la prosecuzione del Cammino degli anni successivi. Un lavoro importante si sta compiendo per la formazione dei sacerdoti, in particolare per la ricezione dei nuovi indirizzi di Pastorale familiare emersi dai Sinodi dei Vescovi edall’Esortazione Apostolica di Papa Francesco, Amoris Laetitia .

Particolare attenzione. Viene rivolta alla Caritas diocesana, sia per la diffusione delle sue iniziative sia per la formazione dei suoi operatori.

Per l’ indagine sociologico-statistica condotta dall’Istituto Eurispes sulla religiosita’ nella diocesi il vescovo suggerisce di raccogliere dai dati il confronto tra la percezione  che la popolazione ha di se’ dal punto di vista religioso, culturale e morale e la realtà oggettiva percepita, condividendone quotidianamente l’esperienza di vita.

Alla domanda di come si  augura sia celebrato il Natale, mons. Romano Rossi  ha risposto che vorrebbe che in occasione delle feste natalizie ognuno potesse trovare qualche spazio di solitudine e di silenzio …. per recuperare il gusto dell’ascolto e della riflessione.

In conclusione l’augurio per il Natale ed il Nuovo Anno della comunità diocesana di Civita Castellana e’ quello di approfondire sempre di più le ragioni della Speranza per accettare la vita ed il tempo come un dono prezioso del Signore, da vivere nell’attenzione verso gli altri.