(NewTuscia) – PERUGIA – Prosegue il monitoraggio dell’Amministrazione comunale sulla qualità dell’aria in città.

A novembre il Comune ha attivato un tavolo di confronto, coordinato dal vice sindaco Urbano Barelli, con i principali Enti competenti, ossia Regione Umbria, Arpa, Minimetrò e Busitalia.

Si sono svolte già due riunioni, nel corso delle quali sono stati approcartina della provincia di perugiafonditi, tra le altre cose, i contenuti dello studio condotto dal Politecnico di Milano sull’analisi degli impianti sulla qualità dell’aria in cinque città italiane (Perugia, Genova, Firenze, Milano e Parma) e sugli interventi di efficientamento dei sistemi di riscaldamento degli edifici, ed ulteriori incontri si terranno a breve.

Dallo studio è emerso come solo il 2% circa di Pm10 sia da attribuire al traffico, mentre il restante 98% è prodotto dai sistemi di riscaldamento. Questo dato è stato oggetto di particolare approfondimento poiché mal si concilia con l’elevato tasso di motorizzazione della nostra città che, in ogni caso, richiede l’adozione di strategie che consentano di ridurre l’utilizzo del mezzo privato in favore di sistemi di mobilità alternativa.

In ogni caso dai dati rilevati negli ultimi giorni è emerso che i livelli di Pm10 sono in costante diminuzione e si attestano al di sotto dei limiti di legge. Per tali ragioni non verrà adottato nei prossimi giorni alcun provvedimento di limitazione al traffico veicolare, come, invece, era stato anticipato.

 

GIUNTA COMUNALE/ ADOTTATE LE MISURE PREVISTE NEL PIANO REGIONALE DELLA QUALITA’ DELL’ARIA: DAL 14 GENNAIO AL 31 MARZO POSSIBILI LIMITAZIONI ALLA CIRCOLAZIONE STRADALE

In attuazione delle normative nazionali (d.lgs. 155/2010 e dpr 74/2013) e regionali (deliberazione dell’Assemblea Legislativa dell’Umbria 296/2013), la giunta comunale, su proposta del vice sindaco Urbano Barelli, ha approvato la delibera che di fatto recepisce le prescrizioni previste nel piano regionale per la qualità dell’aria.

Il riferimento, in particolare, è alle misure tecniche, che introducono una serie di criteri e vincoli da adottarsi nell’ambito degli strumenti di programmazione e pianificazione sia regionali che locali, con l’obiettivo di risanare le aree urbane più critiche riducendo i livelli di inquinamento derivanti dalle principali fonti di emissione di PM10 e NO2.

Tra queste fonti la pianificazione regionale individua, principalmente, gli elevati flussi di traffico, la cui riduzione appare imprescindibile per determinare un innalzamento della qualità dell’aria.

Pertanto nella delibera approvata si è deciso di adottare la misura sopra citata che dispone la chiusura programmata della circolazione dei veicoli all’interno del centro abitato di Perugia e Ponte San Giovanni con le seguenti modalità:

– sono disposti limiti alla circolazione a partire dal 14.01.2017 e sino al 31.03.2017, per due giorni consecutivi (Sabato e Domenica), con cadenza settimanale, per 8 ore nella fascia dalle ore 08:00 alle ore 20:00, con modalità che saranno specificate in apposita ordinanza sindacale;

-in deroga al provvedimento di cui al punto precedente, è autorizzata la circolazione delle autovetture elettriche ed ibride, di quelle alimentate a gas metano e GPL, delle autovetture con almeno 3 persone a bordo (carpooling), nonché dei veicoli oggetto di deroga specifica.

 

GIUNTA COMUNALE/ PRENDE IL VIA IL NUOVO SISTEMA DI RACCOLTA DEI PRODOTTI SANITARI ASSORBENTI

Il sistema di raccolta differenziata segna un nuovo ed importante passo in avanti, in termini di qualità dei rifiuti conferiti.

Nel corso della seduta odierna, infatti, la giunta ha approvato, su proposta del vice sindaco Urbano Barelli, la delibera concernente il nuovo sistema di raccolta dei prodotti sanitari assorbenti (pannolini e pannoloni), che rappresentano una sezione di rifiuti di particolare impatto: basti ricordare che in Italia si producono circa 900mila tonnellate di tale tipologia, pari al 3% della produzione totale annua.

Attualmente a Perugia il servizio che si intende migliorare è così configurato: in alcune aree il conferimento avviene nei contenitori dell’organico con svuotamento bisettimanale determinando, però, una scarsa compostabilità del prodotto, costituito principalmente da polipropilene, polietilene, cellulosa e poliacrilato di sodio; in centro storico, invece, il conferimento avviene nel contenitore del secco residuo (indifferenziato) ed ha permesso una significativa riduzione delle frazioni estranee nell’organico dal 15% al 5%.

Pertanto, in prima istanza, si è deciso di procedere ad un potenziamento di quest’ultima modalità di conferimento anche nella aree interessate dalla raccolta stradale e presso i grandi condomini.

Al contrario nelle zone servite dalla modalità “Tris” il sistema attuale necessita di una modifica significativa, in quanto in tali aree i contenitori del secco residuo sono soggetti ad uno svuotamento con cadenza mensile insufficiente al bisogno.

Sulla base di approfonditi studi, che tengono conto delle esperienze maturate in altre realtà italiane, è stato proposto un progetto che prevede l’attivazione di un servizio dedicato alla raccolta domiciliare dei prodotti sanitari esclusivamente a richiesta dell’utente. A quest’ultimo saranno consegnati sacchi specifici con ritiro settimanale.

Il costo del servizio è pari a 141 euro per ciascuna richiesta pervenuta, ma non sarà a carico del singolo cittadino; il costo complessivo annuo (stimato in circa 100mila euro pari a 722 utenze), infatti, verrà inserito nel prossimo piano economico-finanziario del servizio e sarà finanziato con l’avanzo di amministrazione di Ati 2 per la quota spettante al Comune di Perugia.

Dunque non vi sarà alcun aggravio di costi in capo ai cittadini, mentre i benefici saranno significativi in termini di qualità della frazione organica umida in considerazione del fatto che all’interno della stessa non saranno più conferiti i prodotti sanitari di composizione “mista”.

 

GIUNTA COMUNALE/ RINEGOZIATE LE COPERTURA ASSICURATIVE DELL’ENTE: PREVISTI ULTERIORI RISPARMI PER 100MILA EURO

L’Esecutivo, su proposta dell’assessore Cristina Bertinelli, ha deciso di procedere alla rinegoziazione delle polizze assicurative del Comune prossime alla scadenza (31 dicembre 2016).

Dall’operazione sono previsti ulteriori risparmi in capo all’Ente per circa 100mila euro.

Nel dettaglio la sola rinegoziazione determinerà una riduzione complessiva dei premi annui di circa il 10-15%. A ciò si aggiunge la riduzione ulteriore del premio, pari ad circa il 30%, in ragione dell’innalzamento dell’attuale franchigia.

Ciò riguarderà la polizza RCT/O (meno 60mila euro) e la polizza “all risk patrimonio” (meno 30mila euro).

 

GIUNTA COMUNALE/ ASSEGNATI A CINQUE ASSOCIAZIONI I LOCALI DELL’EX CINEMA EDEN DI PONTE FELCINO: L’OBIETTIVO E’ LA VALORIZZAZIONE E RIQUALIFICAZIONE DEL QUARTIERE

Un’altra area importante della città, ossia Ponte Felcino, compie un significativo passo in avanti in direzione della riqualificazione e valorizzazione del quartiere.

Questo pomeriggio, la giunta, su proposta dell’assessore Cristina Bertinelli, ha deciso di assegnare a cinque associazioni presenti sul territorio (comitato Maestro Pietro Franceschini, associazione proloco la Felciniana, associazione culturale Il Ponte, associazione di promozione sociale “Intrecciamo i fili” ed associazione Altrementi) i locali dell’ex cinema Eden, situati in via Puccini.

L’operazione che, ai sensi del nuovo regolamento adottato dal Consiglio lo scorso mese di luglio, è stata vagliata e proposta dall’apposita commissione tecnica costituita dai dirigenti competenti, consentirà di accorpare in un’unica sede le cinque associazioni, in precedenza dislocate in diversi immobili. Ciò favorirà l’adozione di iniziative comuni e condivise, volte, come detto, alla valorizzazione dell’importante quartiere perugino in considerazione delle finalità similari delle cinque associazioni.

Il comitato Maestro Pietro Franceschini, in particolare, promuove, sostiene ed incrementa la crescita culturale del territorio con specifico riferimento all’attività bandistica. L’associazione Proloco La Felciniana svolge un’attività di organizzazione turistica di Ponte Felcino, con iniziative per migliorare la qualità della vita dei residenti e promuovere azioni nel settore sociale e del volontariato.

L’associazione culturale Pro Ponte è volta a promuovere iniziative per la crescita culturale della popolazione, con particolare riferimento a giovani, scuole e gruppi sociali.

L’associazione “Intrecciamo i Fili” si occupa invece di attivare laboratori per persone diversamente abili, offendo così occasioni di aggregazione, impegno e crescita culturale.

Infine l’Associazione Altrementi sviluppa iniziative culturali per promuovere le condizioni ed il confronto sui temi dei diritti civili, cultura dell’ambiente, salute, scuola, lavoro.

Nell’ambito della delibera, infine, la giunta ha regolarizzato, altresì, alcune assegnazioni di locali già occupati da associazioni: Unione Modellisti d’Italia (via Savonarola), Associazione culturale Monti del Tezio (Colle Umberto), Circolo ricreativo di Pilonico Materno (ex scuola).

 

GIUNTA COMUNALE/ INDIVIDUATI IL RESPONSABILE PER LA TRANSIZIONE DEL DIGITALE ED IL DIFENSORE CIVICO PER IL DIGITALE

Prosegue a ritmo serrato il processo di digitalizzazione del Comune di Perugia.

In ottemperanza a quanto stabilito nel codice dell’amministrazione digitale (o CAD) di cui al d.lgs. 82/2005 ed alla legge di riforma della P.A. (n. 124 del 2015 cosiddetta legge “Madia”) la giunta, su proposta dell’assessore Francesco Calabrese, ha individuato questo pomeriggio due figure fondamentali nel percorso di attuazione delle linee strategiche per la riorganizzazione e digitalizzazione dell’Amministrazione.

Si tratta, innanzitutto, del responsabile della transizione digitale, individuato nella figura dell’Ing. Gabriele De Micheli, cui saranno attribuiti importanti compiti di coordinamento e di impulso nell’ambito del processo in corso, per ciò che concerne, tra gli altri, i servizi forniti dai sistemi informativi, il monitoraggio della sicurezza informatica, l’accesso dei disabili agli strumenti informatici, la progettazione di iniziative per una più efficace erogazione dei servizi, ecc.

Nel contempo è stato individuato nella persona della dott.ssa Laura Cesarini, vice segretario comunale, il difensore civico per il digitale, ossia il soggetto cui i cittadini potranno inviare segnalazioni e reclami relativi ad ogni presunta violazione del codice e di ogni altra norma in materia di digitalizzazione ed innovazione della P.A. Nei casi di segnalazioni fondate, il difensore civico avrà il compito di invitare l’ufficio responsabile della violazioni a porvi rimedio entro 30 giorni.

 

GIUNTA COMUNALE/ APPROVATI I LAVORI DI SOMMA URGENZA PER LA MANUTENZIONE STRAORDINARIA DEI SERVIZI IGIENICI DELLE SCUOLE AGAZZI E VALENTINI

La giunta ha approvato i lavori di somma urgenza per la manutenzione straordinaria dei servizi igienici della scuola dell’infanzia Agazzi e della primaria Valentini di Elce.

Gli interventi si sono resi necessari a seguito delle verifiche effettuate il 1 dicembre sui citati plessi scolastici, nel corso delle quali è emersa l’inutilizzabilità dei servizi igienici del piano terra a causa della fuoriuscita di liquami.

Per eliminare il rischio per la pubblica incolumità, dovuta alla riduzione delle capacità dei servizi dell’edificio ed alla presenza di reflui stagnanti e maleodoranti, sono stati espletati i lavori necessari per un importo che sfiora i 2mila euro.