(NewTuscia) – VITERBO – La vita quotidiana, gli oggetti che hanno fatto parte delle giornate di tanti uomini e donne, sono cose importanti. Tanto da meritare un’esposizione pubblica. Con questa convinzione l’associazione ApertaMente ha ideato ‘La Mostra dei Ricordi’.

Appuntamento sabato 17 dicembre al Palazapertamente-01zo del Drago, sede dell’Assessorato alle Politiche Sociali del Comune di Viterbo (nei pressi del ponte del Duomo). La mostra sarà visitabile dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 18.

“Andremo a esporre oggetti di vita quotidiana raccolti grazie all’aiuto degli anzianapertamente-02i di quattro Centro Sociali Polivalenti viterbesi: La Quercia, La Pila, Santa Barbara, Pilastro; anche se il nostro progetto è stato svolto fisicamente nei primi tre. Sono oggetti tipo strumenti di lavoro di un signore che faceva il barbiere, la falcetta il setaccio e il coltellaccio che raccontano vite nei campi della Tuscia, giocattoli antichi. Ma anche pagelle dell’epoca fascista, penne stilografiche, libri di scrittori viterbesi, macchine fotografiche d’epoca, oggetti della guerra. Una vera e propria macchina del tempo realizzata grazie all’intreccio di tante storie e vite”. Raccontano così i membri di ApertaMente.

L’obiettivo è di creare coesione sociale e reminescenza dei tempi passati creando occasione di recupero degli usi e costumi, degli oggetti di quotidiano utilizzo che hanno caratterizzato la Viterbo nel periodo tra la fine del ‘800 fino alla seconda metà del ‘900.

L’iniziativa è stata realizzata in collaborazione con l’assessorato alle Politiche Sociali guidato dall’assessore Alessandra Troncarelli. Segui ApertaMente sulla pagina Facebook ApertaMente – Associazione di promozione sociale e sul sito www.apertamente.info