(NewTuscia) – ROMA – La Roma-Lido è la linea ferroviaria peggiore d’Italia.

A dirlo è Pendolaria 2016, rapporto promosso da Legambiente in occasione dell’entrata in vigore dell’orario invernale.  Nel testo si legge come “anche nel corso del 2016 i pendolari della linea Roma-Ostia lido si confermano tra i più sfortunati d’Italia – il servizio di questa linea suburbana gestita da Atac non è assolutamente adeguato a una domanda di spostamenti che arriva a circa 100.000 tra studenti e lavoratori e che peggiora di giorno in giorno, tanto che le ultime rilevazioni evidenziano una riduzione dei passeggeri”.

Non è certamente una novità per chi ogni giorno affronta questa tratta e la notizia non ci stupisce.

I pendolari, infatti, denunciano da tempo una situazione indegna per una grande città come Roma. Traromalido2 ritardi sistematici, continui guasti e disservizi, assenza di personale e treni obsoleti, sono moltissime le segnalazioni che riceviamo quotidianamente. In questa tratta (ma non solo in questa) i treni hanno in media 20 anni e sono quindi sprovvisti di riscaldamento durante la stagione invernale o di aria condizionata d’estate, impiegando ben più tempo dei 30 minuti necessari a percorrere i 28 km che separano Ostia dalla stazione di Porta San Paolo.

Si tratta di una situazione di disagio che denunciamo da tempo e che, purtroppo, è riscontrabile in diverse aree della città. Stessi problemi, infatti, nella tratta Roma-Nettuno, che ha subito proprio ieri una modifica dannosa e arbitraria degli orari, con la soppressione di due corse. Sono azioni sconsiderate che affossano ulteriormente una situazione al limite della decenza; già prima di tali cambiamenti, infatti, su questa tratta ogni giorno 45mila persone impiegavano ben 67 minuti per percorrere 59 chilometri.

Queste problematiche saranno al centro dell’incontro che si svolgerà domani tra Federconsumatori Lazio e l’Assessorato ai trasporti. In questa sede faremo sentire la voce di tutti i pendolari e cittadini che quotidianamente affrontano i disservizi di un sistema di trasporti pubblici ormai allo sbando.

La nostra priorità è quella di aprire un dibattito, instaurando un tavolo permanente, per risanare un servizio efficiente e sostenibile in tempi rapidi.

Violetta Scipinotti – Federconsumatori Lazio