(NewTuscia) – ROMA – “Zingaretti continua ad offendere i cittadini della nostra regione che subiscono quotidianamente i disservizi sanitari causati da questa amministrazione. Si prosegue nella politica del taglio del nastro di strutture ormai svuotate nei loro servizi essenziali  e prive di personale, o peggio ancora si spostano medici da un nosocomio ad un altro con la scusa dei lavori, un po’ come i carri armati di Mussolini.

Basti pensare a Monterotondo: nei mesi scorsi, infatti, durante la fase di completamento delle opere di riqualificazione 4 medici sono stati trasferiti a Subiaco, consentendo quindi all’Angelucci di mantenere attivo il reparto di chirurgia, e oggi gli stessi professionisti tornano al SS Gonfalone per la riapertura, rendendo di fatto inagibile l’ospedale sublacense, costringendo tale presidio  a iniziare a sua volta i lavori.  Oppure, vogliamo parlare della strategia del “personale preso in prestito” che colpisce anche il litorale romano, dove e’ prevista la chiusura notturna dei nuclei di cure primarie perché gli infermieri andranno a colmare la carenza di organico del Grassi di Ostia. Tutto ciò ha scatenato le comprensibili proteste degli amministratori locali, non ultimo il sindaco di Fiumicino Montino.

Senza dimenticare poi la vicenda della chiusura della riabilitazione pediatrica del San Raffaele Pisana, con le mamme che sono state costrette ad occupare il reparto per attendere – ad oggi invano- un riscontro dalla regione. Nei giorni scorsi e’ arrivata anche la strigliata della Corte dei Conti, che nel suo giudizio ha confermato la mancanza di programmazione e pianificazione in ambito sanitario. Zingaretti la smetta quindi di offendere i cittadini con continui annunci dove ripete che va tutto bene, e pensi a rispondere alle tante richieste avanzate dai territori, rimaste fino ad ora inascoltate”

Lo dichiara il Capogruppo di Forza Italia della regione Lazio e vice presidente della Commissione Salute Antonello Aurigemma.