Terni, i problemi di viabilità in centro. Svantaggiati soprattutto disabili e non vedenti

di Simonetta Melinelli

(NewTuscia) – TERNI – Terni ha la fortuna di essere pianeggiante perciò è invasa da biciclette, purtroppo queste circolano sui marciapiedi e spesso contromano mettendo in pericolo i pedoni e ancora di più i non vedenti e i disabili.
Certamente questo dipende dalla mancanza di piste ciclabili che dovrebbero essere realizzate al più presto ma nel frattempo è emergenza parcheggi di auto, motorini e biciclette sui marciapiedi, strisce pedonali e fermate di autobus, specie nelle vie del centro.
Urgono interventi immediati da parte del comando dei vigili urbani di Terni per consentire, anche con idonee rimozioni e sanzioni, il diritto dei pedoni, non vedenti e disabili a percorrere in sicurezza senza tali ostacoli i marciapiedi, attraversare le strisce e sostare alle fermate degli autobus, visto che appare evidente la mancanza, da parte di molti ciclisti, motociclisti e automobilisti, delle più elementari norme di rispetto del codice della strada e dei divieti che tutti dovrebbero conoscere!
Emergenza in centro anche per la mancanza di rastrelliere per le bici e idonei parcheggi per moto e motorini, nonché di sosta breve gratuita per le auto, necessari per gli esercizi commerciali del centro come ad esempio: tabaccherie, bar, farmacie, pizzerie, etc. dando la possibilità ai cittadini di cessare tali comportamenti irrispettosi e pericolosi verso pedoni, non vedenti e disabili!
Pertanto tali interventi sulla viabilità cittadina sono urgentissimi, come segnalato anche dal presidente dell’Unione Italiana Ciechi di Terni, (vedi sua video intervista sul tema).
Nel frattempo urge l’immediato intervento dei vigili urbani e la presa di coscienza da parte dei ciclisti, motociclisti e automobilisti irrispettosi che pedoni, non vedenti e disabili, si possa essere o diventare in ogni istante della vita e senza preavviso e che pertanto il rispetto degli altri debba sempre indirizzare ogni nostro comportamento in una società civile integrata.