(NewTuscia) – SUTRI – Pubblicato sul sito www.comune.sutri.vt.it il bando con il quale il Comune di Sutri intende erogare un contributo per far fronte alle spese di costituzione di n°2 cooperative agricole nel territorio sutrino per la produzione del fagiolo autoctono “La Regina”.

I dati sull’economia in Italia mostrano chiaramente ormai da anni come il settore agricolo, principalmente nel caso di prodotti di qualità, biologici e legati al territorio di produzione, rappresenti un’opportunità per creare occupazione, soprattutto tra i giovani, salvaguardando parti importanti del territorio dall’abbandono delle terre.

L’importanza del fagiolo “La Regina” di Sutri risale ai tempi antichi. La leggenda narra che Carlo Magno sia stato tra i primi celebri estimatori quando, per aver troppo mangiato alla corte papale durante i festeggiamenti per la sua incoronazione ad imperatore, viene colpito da un attacco di gotta nel territorio di Sutri e guarito grazie a questi fagioli. Il prodotto risale, secondo le testimonianze degli agricoltori locali, al ‘700, quando, alle colture di canapa, dimesse a causa del loro sempre minore impiego, si sostituiscono quelle di fagioli. Dagli inizi del ‘900, “La Regina di Sutri” ha riscosso sempre più un maggiore successo, specie sui mercati di Roma, fino ad avere una rilevanza a livello nazionale. A partire dagli ultimi decenni dello scorso secolo, purtroppo, la produzione del fagiolo autoctono si è via via ridotta tranne in rarissimi casi per produzioni limitate.

Il bando comunale prevede l’erogazione di un contributo per il rimborso dei costi sostenuti per la costituzione della cooperativa agricola (spese notarili, iscrizioni al registro delle imprese della camera di commercio, ecc.) purché debitamente documentate, sino ad un massimo di 1,500 Euro; i termini ed i requisiti richiesti sono riportati nel bando pubblicato sul sito www.comune.sutri.vt.it.

Le nascenti cooperative, inoltre, potranno beneficiare del sostegno garantito dal PSR Lazio 2014-2020 che prevede per i giovani agricoltori un premio di primo insediamento a fondo perduto di 70 mila euro.

Tale progetto nasce dalla collaborazione con il Dipartimento di Economia e Impresa dell’Università della Tuscia e Confcooperative Lazio Nord; a tal proposito cogliamo l’occasione per ringraziare la presidente Bruna Rossetti per il suo prezioso contributo nelle varie fasi della realizzazione del progetto.

L’obiettivo di questa iniziativa è di permettere ai nostri giovani di crearsi un proprio futuro grazie alla produzione del fagiolo “La Regina” che può ritornare a riscuotere un considerevole successo sui mercati come un prodotto di qualità legato ad un territorio conosciuto come il nostro; ci sono tutte le condizioni affinché ciò avvenga e da parte nostra garantiamo il massimo sostegno con ulteriori future iniziative.

Dopo questa iniziativa volta a creare un’importante opportunità per i giovani di Sutri e la realizzazione di un orto didattico nella scuola primaria “Aldo Moro”, nelle prossime settimane presenteremo altri ambiziosi progetti a sostegno dell’agricoltura Sutrina e dello sviluppo rurale del nostro territorio per beneficiare dei fondi previsti nel PSR Lazio 2014-2020.

Guido Cianti – Sindaco                                
Giulia Cacchiarelli – Assessore all’agricoltura ed alle politiche giovanili