Terremoto, il lavoro della Prociv di Viterbo a Serrapetrona (Macerata)

(NewTuscia) – “La terra trema ancora nella notte nel centro Italia.  L’ultima scossa alle 22.41: magnitudo 3.9 Caccamo/Serrapetrona, ancora una forte scossa in serata: alle 22.41 la terra ha tremato nella zona delmarino-cantales1 cratere sismico già colpita dal sisma.  L’Ingv stima che la scossa di terremoto sia stata di magnitudo 3.9. E torna la paura tra le famiglie sfollate.
La scossa è stata preceduta da altre due, la prima di magnitudo 3.3 e poi da una di 3.5″.

A parlare è il nostro collaboratore Marino Cantales, ormai da più settimane impegnato con i volontari della Prociv di Viterbo in quel di Caccamo, frazione di Serrapetrona in provincia di Macerata.

L’attività è ininterrotta. C’è da fare un po’ di tutto, dall’accoglienza ordinaria (preparazione mensa, gestione popolazione sotto gli aspetti sanitario, logistico e psicologico) al pronto intervento in caso di nuove forti scosse che, dal 26 ottobre, praticamente non sono mai smesse.

L’ultima scossa ieri sera alle 22.41 e, come tutte le volte che l’intensità è superiore ai 3 gradi, tanta paura e apprensione per una popolazione ormai allo stremo.

Loro sono lì, instancabili e sempre attivi: sono tutte quelle persone che, tra Vigili del fuoco, Protezione civile, associazioni di volontariato, forze dell’ordine e istituzioni, non hanno mai fatto mancare l’apporto per una tragedia che ha colpito il cuore dell’Italia.

Nei prossimi giorni pubblicheremo un reportage direttamente dalle Marche per spiegare, nel dettaglio, come si svolgono le attività quotidiane della Prociv di Viterbo di aiuto ai terremotati.

marino-cantales2
marino-cantales4
marino-cantales5
marino-cantales7