“Le tombe etrusche dipinte di Tarquinia”

(NewTuscia) – VITERBO – Il Professor Stephan Steingraeber, vive nella Tuscia e si definisce un etrusco bavarese, nato a Monaco di Baviera, professore associato di Etruscologia e Antichità italiche presso l’università di Roma Tre, con esperienze lavorative in varie univertombe-etrusche-tarquiniasità nel mondo e con 180 pubblicazioni in sei lingue estere, il 25/11/2016 ha tenuto, presso il Circolo dei Lettori presso la Biblioteca Comunale di Vetralla, una conferenza da titolo “Le tombe etrusche dipinte di Tarquinia”, la pinacoteca sotterranea più grande di epoca preromana.

Il Professore ha parlato della pittura funeraria etrusca e soprattutto che gli ipogei dipinti della grande metropoli costiera di Tarchna-Tarquinia sono fra le testimonianze archeologiche più significative della cultura etrusca. Nel corso degli ultimi secoli hanno sempre stimolato la fantasia di studiosi e appassionati. Esse rappresentano anche il primo capitolo della storia della pittura italiana (come sottolineava già Massimo Pallottino fondatore dell’Etruscologia moderna). Il folto pubblico, che ha gremito la sala con varie persone anche in piedi, ha seguito affascinato il racconto e le immagini proiettate. Il Circolo dei Lettori ha omaggiato il Professor Stephan Steingraeber con copia di una opera grafica disegnata da Ennio Luziatelli, rappresentante uno scorcio di Vetralla.     

Gaetano Alaimo

Giornalista iscritto all'Albo dal 2002. Ha collaborato al Messaggero di Viterbo per 4 anni. Ha diretto prima Ontuscia.it e dal 2008 dirige NewTuscia.it. A Tele Lazio Nord conduce "Luce Nuova sui fatti", trasmissione settimanale di approfondimento tematico in onda il giovedì alle 21