“Bruciata viva”, Viterbo si stringe contro la violenza sulle donne

(NewTuscia) – VITERBO – “Bruciata viva” è l’evento, presentato ieri a Palazzo dei Priori, che celebrerà il 25 novembre, Giornata mondiale contro la violenza sulle donne.
Un momento locale che abbraccia un problema mondiale: i dati statistici allarmanti sono lì a testimoniarlo. Viterbo, il 25 novembre alle 17.30, proporrà la storia di Suad, giovane ragazza cisgioradana, che ha subito violenza e umiliazione ma che vuole rappresentare un monito affinché si sappia quanto le donne possano subire oppressione.
giornata-internazionale-contro-la-violenza-sulle-donne
La conoscenza diretta di storie come quelle di Suad devono servire a tutti per farsi una coscienza critica e consapevole su ciò che le donne subiscono in tutto il mondo.

Lo spettacolo sarà curato da Elisabetta Irrera, Elisa Anzellotti, Silvia Santagata ed Antonio Battellocchi.Alla presentazione di “Bruciata viva” erano presenti gli assessori Luisa Ciambella e Antonio Delli Iaconi, la consigliera di parità Daniela Bizzarri.

Tutti gli intervenuti hanno messo in luce l’importanza di fare conoscere fatti come quelli di Suad per invertire un trend della disperazione oggi troppo affermato.

Dopo lo spettacolo ci sarà un dibattito con il pubblico intervenuto alla presenza del sindaco di Viterbo Leonardo Michelini, del prefetto Rita Piermatti, del questore Lorenzo Suraci, del pubblico ministero Paola Conti e del dirigente anticrimine della Polizia di Stato, Marina Contino.

Alla fine dello spettacolo Palazzo dei Priori si illuminerà di arancione.

IL PROGRAMMA

bruciata_viva