Regione Lazio, Aurigemma: “Dopo due anni di attesa, ora Roma abbia i suoi poteri”

(NewTuscia) – ROMA – “Quando parliamo dei poteri da trasferire a Roma e all’area metropolitana dobbiamo specificare innanzitutto un punto, ossia che l’incapacità dell’amministrazione Zingaretti è confermata anche dal fatto che il Lazio e’ l’unica regione a non aver approvato la legge di adeguamento della riforma Delrio. E questo nonostante le promesse di Zingaretti, che affermava la votazione del provvedimento entro il 28 febbraio scorso.

Detto cio’, riteniamo necessario e fondamentale il confronto di oggi e credo che, dopo aver atteso due anni per votare questa legge, adesso aspettare il confronto con il Campidoglio e la Citta’ Metropolitana non credo sia dannoso. E’ necessario trasferire funzioni e competenze in modo preciso e dettagliato. Anche perche’ ad oggi c’e’ un contenitore senza contenuti. Entrando nel merito, bisogna valutare alcuni aspetti nella sostanza: per esempio Roma Capitale svolge il 70 percento del trasporto pubblico regionale, ma dalla Regione riceve solo il 30 percento delle risorse che il Lazio riceve dal fondo nazionale. Noi riteniamo da tempo che su certe tematiche, come i trasporti appunto, il Campidoglio possa e debba attingere direttamente dal fondo nazionale.

Infatti, la Capitale ha bisogno di sapere con certezza le risorse di cui dispone, soprattutto in virtu’ del fatto che tra un anno scadra’ il contratto di servizio tra il Comune e Atac, e l’amministrazione capitolina dovra’ realizzare un avviso pubblico e per redigerlo deve conoscere con precisione i soldi che ha a disposizione dalla regione Lazio. Infine e’ necessario su alcuni argomenti snellire l’iter burocratico, visto che troppo spesso per una pratica, per un atto si assiste ad un rimpallo di passaggi istituzionali che non fa altro che ritardare l’approvazione e il conseguente via libera finale, relativo a importanti provvedimenti”

Lo dichiara il Capogruppo di Forza Italia della regione Lazio Antonello Aurigemma.