Territorio, sviluppo economico ed Europa. La produzione ceramica a Civita Castellana, un libro di Massimo Piermattei

(NewTuscia) – E’ uscito da pochi giorni il volume di Massimo Piermattei “Territorio, sviluppo economico ed Europa. La produzione ceramica a Civita Castellana dalla ricostruzione al mercato unico”, pubblicato da Aracne Editrice.

Quella di Civita Castellana è una delle più solide realtà della ceramica italiana ed europea. Il volume ne ripercorre la storia dalla Ricostruzione al mercato unico: un percorso che ha conosciuto crisi congiunturali e strutturali, lungo il travagliato passaggio da una realtà artigianale e cooperativa a una rete di aziende moderne leader sui mercati internazionali. Muovendo dalle peculiarità dell’area, “rossa” e industriale, rispetto all’Alto Lazio “bianco” e agricolo, s’indagano le relazioni, a volte conflittuali, tra le istituzioni locali, nazionali ed europee; le trasformazioni e le occasioni mancate; la nascita del distretto e del consorzio ceramico; le ripercussioni sul tessuto sociale.

Massimo Piermattei, PhD, svolge la sua attività didattica e scientifica presso il Dipartimento di Economia e Impresa dell’Università della Tuscia. Le sue ricerche riguardano soprattutto l’impatto del processo d’integrazione europea nell’Europa mediterranea, in Irlanda e in Italia. Ha dedicato particolare attenzione alle trasformazioni dei partiti nazionali e transnazionali in ragione della costruzione europea, soffermandosi sulle relazioni tra territori, stati nazionali e Cee/Ue.