Comune di Vetralla. Soddisfazione dell’approvazione in consiglio di Piedibus

Palombi: “Bambini a scuola a piedi e in tutta sicurezza”

(NewTuscia) – VETRALLA – A scuola a piedi e in tutta sicurezza. Il consiglio comunale di Vetralla, nella seduta dell’8 novembre scorso, ha approvato il regolamento dell’iniziativa Piedibus, che consente agli alunni delle scuole primarie di Vetralla e Cura di arrivare negli istituti a piedi accompagnati da volontari. Il tutto a titolo gratuito.

“Piedibus – spiega l’assessora Annamaria Palombi – è un’iniziativa che abbiamo voluto portare nel nostro territorio perché è educativa sia per i più piccoli che per noi adulti. I bambini raggiungono le loro classi passeggiando per il paese invece di starsene seduti in macchina magari in mezzo al traffico. E’ salutare ed educativo e io sono soddisfatta che il consiglio abbia approvato il regolamento.

Non a caso uno degli scopi di Piedibus è quello di individuare modelli di mobilità alternativi al caotico ed eccessivo utilizzo dell’auto privata, soprattutto negli spostamenti da casa a scuola e viceversa, per limitare gli effetti nocivi in termini”.

Gli accompagnatori saranno dei volontari appositamente formati, orientativamente genitori o nonni nelle scuole primarie di Vetralla.

Per l’istituto comprensivo Marconi abbiamo già attivato il servizio Piedibus. Per avere informazioni sulle modalità del servizio e per dare la propria disponibilità a partecipare all’iniziativa come accompagnatore, sono stati organizzati due incontri: mercoledì 16 novembre ore 18 per la scuola primaria di Vetralla e giovedì 17 novembre alle 18 per quella di Cura.

“Voglio ringraziare – dice infine l’assessore – gli imprenditori di Vetralla che hanno sponsorizzato l’iniziativa, finanziando l’acquisto delle pettorine ad alta visibilità che verranno fornire ai bambini partecipanti.

Un ringraziamento particolare va anche alle volontarie e alle operatrici della ludoteca comunale di Vetralla che insieme a me e alla delegata alla pubblica istruzione, Simona Sanetti, hanno partecipato alla sperimentazione del servizio dal 19 al 23 settembre scorso in occasione della settimana europea della mobilità sostenibile alla quale il nostro comune ha aderito”.