(NewTuscia) – ROMA – Un passo avanti verso la fine del commissariamento e la dimostrazione di come l’amminis

Il consigliere regionale Enrico Panunzi

Il consigliere regionale Enrico Panunzi

Il consigliere regionale Enrico Panunzitrazione regionale sta lavorando per una sanità più giusta, equa e sostenibile. Va in questa direzione l’annuncio dell’abolizione del ticket sanitario, a partire dal prossimo mese di gennaio, dato questa mattina dal presidente Zingaretti. I cittadini del Lazio, in sostanza, non dovranno più pagare il contributo fisso aggiuntivo al ticket nazionale e risparmieranno 20 milioni di euro, avendo tariffe più basse, per esempio, per una risonanza magnetica o una tac (che passa da 61,10  41,10 euro) o per la fisiokinesiterapia (prestazione che passa da 51,10 a 46,10 euro).

Bisogna sempre ricordare da dove siamo partiti, vale a dire gli 800 milioni di disavanzo l’anno che avevamo nel 2013, con il Lazio che era sotto il livello essenziale di assistenza. Tale cifra, per il 2016, dovrebbe essere intorno ai 150/160 milioni di euro mentre i livelli di assistenza, per il secondo anno consecutivo, vedono la nostra regione sopra la soglia minima indicata. Non si può negare, in buona sostanza, che la Giunta ha lavorato per sistemare i conti ed offrire nel contempo una sanità migliore. Bisogna continuare su questa strada di serietà perché stiamo raggiungendo risultati che sembravano impossibili. Un grazie alla Giunta e a tutta la cabina di regia sulla sanità.

Enrico Panunzi, Presidente Sesta Commissione consiliare Regione Lazio