Terremoto: la situazione dell’accoglienza a Perugia

TERREMOTO/ LA SITUAZIONE DELL’ACCOGLIENZA A PERUGIA

(NewTuscia) – PERUGIA – Cercano lentamente di tornare alla normalità i quasi 500 ospiti, provenienti dalle zone terremotate di Norcia, che, in diversi momenti a partire dal 1° novembre scorso, hanno trovato un riparo negli alberghi di Perugia.

Laddove possibile si è cercato di dare loro sostegno in un’ottica di autonomia e riattivazione, proprio per favorirli in questo percorso di ricostruzione della quotidianità.

“Fin dal primo momento -ha spiegato l’assessore Edi Cicchi- il Comune di Perugia, insieme alle associazioni del territorio, Protezione Civile e Croce Rossa Italiana, ma anche Caritas diocesana, Agesci, il Coordinamento degli oratori, centri socio culturali e le numerose proloco di zona, il cui apporto è stato e continua ad essere fondamentale nella gestione dell’accoglienza, ha cercato di verificare le varie esigenze, in modo da poter dare risposte concrete e mirate a tutte le fasce della popolazione, facendo fronte, ogni giorno, ad una situazione in continua evoluzione.”

Oltre all’ospitalità, si è cercato, dunque, di offrire un sostegno morale, psicologico, assistenza sanitaria. Da questo punto di vista il Comune di Perugia e la Asl1 hanno creato, nei giorni scorsi, una unità di valutazione con l’obiettivo di verificare le diverse situazioni ed esigenze per malati, anziani e disabili. Da ieri, è stato attivato il primo servizio di assistenza domiciliare in uno degli alberghi.

Per i minori, che sono 117 in tutto, molto è stato fatto grazie agli oratori, che hanno accolto bambini e ragazzi, assicurandoli a proprie spese e offrendo loro momenti di svago e di condivisione con i loro coetanei. A loro anche gli operatori del Luna Park hanno voluto offrire un’occasione di divertimento nel pomeriggio di venerdì 11, offrendo biglietti gratis ai Baracconi.

“Per il ritorno a scuola di bambini e ragazzi -sono ancora le parole dell’Assessore Cicchi- stiamo aspettando indicazioni dall’Ufficio Scolastico Regionale, oltre che, naturalmente, cercare di assecondare più possibile le richieste delle famiglie stesse”.

Del resto, molte di esse vogliono tornare a casa, molti ragazzi -soprattutto quelli più grandi, delle superiori-, preferiscono ricominciare a frequentare le scuole insieme ai loro compagni di sempre. Proprio venerdì 11 si terrà un incontro con tutte le famiglie ospitate, per condividere i prossimi step.

Un ringraziamento particolare da parte dell’Amministrazione va anche agli albergatori perugini che con grande disponibilità e umanità hanno affrontato una situazione del tutto nuova e impegnativa, mettendosi a disposizione per risolvere ogni minimo problema o esigenza che si venisse a creare.

Un ultimo ringraziamento va anche ai nostri uffici comunali che insieme al COC (centro operativo comunale) nella straordinarietà dell’intervento  stanno continuando a gestire il quotidiano  e tutte le problematiche  che a causa del terremoto si sono presentate in questi giorni.

PONTEVALLECEPPI/ DA LUNEDI’ 14 NOVEMBRE VERRA’ ATTIVATO IL SENSO UNICO ALTERNATO IN VIA ARNO ALL’ALTEZZA DEL PONTE SUL TEVERE

I danni, rilevati anche dal personale dei Vigili del Fuoco, causati dagli episodi sismici dei giorni scorsi al ponte sul fiume Tevere in località Pontevalleceppi hanno costretto ad intervenire con urgenza limitando il traffico ad un solo senso di marcia.

L’Amministrazione, proprio perché consapevole del disagio che tale decisione, obbligata in quel momento, poteva comportare per la popolazione, si è subito attivata al fine di trovare una soluzione alternativa che potesse permette il collegamento bidirezionale con i centri vicini di Ponte San Giovanni, Casaglia e da lì con il resto della città. Si è deciso, dunque, di modificare l’area semaforica adiacente al ponte, anche adeguando e riprogrammando l’impianto in questione per permettere il senso unico alternato lungo la corsia transitabile del ponte. Il senso unico alternato verrà attivato a partire dalla giornata di lunedì 14 novembre.

Nel contempo si stanno definendo gli aspetti tecnici concernenti gli interventi di consolidamento del ponte. I lavori partiranno, con ogni probabilità, nella giornata di lunedì 14 o al massimo di martedì 15 per poi concludersi nel giro di 10 giorni circa.

Tali interventi di consolidamento consentiranno la riapertura definitiva del ponte con reintroduzione del doppio senso di marcia.

FESTIVAL DELLE CIARAMELLE PER AMATRICE/ L’EVENTO BENEFICO IN PROGRAMMA SABATO 12 NOVEMBRE 2016

Si terrà sabato 12 novembre a Perugia l’evento benefico “Festival delle Ciaramelle per Amatrice” per raccogliere fondi per Amatrice con momenti musicali in vari luoghi della città.

L’iniziativa è a cura dell’etnomusicologo amatriciano Giancarlo Palombini ed è  organizzato dall’associazione FOR.MU.S. e Blogfoolk.

Programma:

ore 10.30, Aula Magna dell’Università di Perugia: Incontro-concerto dal titolo “Le tradizioni musicali e poetiche di Amatrice e dell’Alta Sabina”, a cura di Piero G. Arcangeli e Giancarlo Palombini.

Introduce, Magnifico Rettore dell’Università degli Studi di Perugia prof. Franco Moriconi; partecipazione del ciaramellaro Andrea Delle Monache, del tamburellista Franco Moriconi, dei poeti a braccio Paolo Santini e Pietro De Acutis, della cantante Susanna Buffa, con esempi musicali dal vivo.

ore 16.00, Complesso monumentale di San Pietro: I poeti a braccio e i ciaramellari apriranno “Manufatto in situ 10: Laboratorio-residenza per una cartografia artistica” in programma tra le iniziative di “Umbria Libri”.

ore 16.30, Corso Vannucci: Performance della Percussion Street Band #assaltoritmico, diretta da Stefano Baroni e Gianni Maestrucci; si terrà la roda di Capoeira del gruppo Coquinho Baiano.

ore 17.00, Piazza IV Novembre: Evento “Il saltarello incontra la pizzica”. Una serie di performance a cura dell’associazione culturale “Tarantarci” e di Alessandro Calabrese con suonatori di ciaramelle amatriciane, organettisti, tamburellasti e ballerini di saltarello di Amatrice e di pizzica salentina.

dalle ore 17.30, Auditorium di Santa Cecilia, Via Fratti, 2: Tre gruppi corali: “Nota so e le Unisone” (dir. M° Marta Alunni Pini), “Calicante” (dir. M° Barbara Valentino) e “Colle del Sole” (dir. M° Paolo Ciacci).

A seguire il quartetto composto da Carlo Bava (ciaramelle), Ilario Garbani Marcantini (zampogna), Andrea Passoni (corno delle Alpi) e Maria Cristina Pasquali (narrazione) con lo spettacolo “Confini, conflitti e confetti”.

ore 20.30, Sala dei Notari: Concerto finale con apertura dei suonatori e poeti amatriciani
partecipazione di artisti di spicco del panorama musicale nazionale e internazionale.

Si esibiranno: Susanna Buffa e Nora Tigges, Ensemble Sonidumbra (Gruppo per lo studio, la ricerca, la riproposta della musica di tradizione umbra), trio composto da Goffredo Degli Esposti, Raffaello Simeoni e Gabriele Russo (con Massimo Giuntini), trio Giuseppe “Spedino” Moffa, Alessandro D’Alessandro e Massimo Giuntini, duo Gabriele Mirabassi e Riccardo Tesi, Ensemble abruzzese Il Passagallo.

Dopo il concerto, chi vuole può unirsi alla cena “Amatriciana solidale”, alle ore 23.30 alla Sala “G. Miliocchi” in Corso Garibaldi 136, organizzata dalla Società operaia di mutuo soccorso fra gli artisti e gli artigiani di Perugia.

Prenotazione obbligatoria al tel. 340 2831959.

SADAKO SEKI/ IL CONCERTO È IN PROGRAMMA DOMENICA 13 NOVEMBRE ALLE 17.30 PRESSO IL TEATRO PAVONE

Si terrà domenica 13 alle 17.30 presso il teatro Pavone il concerto della soprano Sadako Seki con alcuni dei suoi allievi di maggior talento. Partecipano:

Sadako Seki, primo soprano;

soprani: Kishhiko Katogi, Yoshiko Kobayashi, Yumiko Sakano, Miyako Shimazu, Chieko Nakazaki, Hiromi Watanabe.

Mezzosoprano: Hisako Natsume;

baritono: Hideki Tamotsu;

pianisti: Sachiko Ishiguro, Saiko Tsuzuki.

Repertorio con melodie tradizionali giapponesi del famoso compositore Hirai Kozaburo; brani di Verdi, Puccini, Cilea, Lehár, Dvořák, Gershwin.

Iniziativa nell’ambito delle ricorrenze dei 150 anni dall’inizio delle relazioni diplomatiche tra Italia e Giappone.

Ingresso libero. Gradita la prenotazione, tel. 345 1119172; mail: giuliasi@tumlare.com