Atti persecutori, allontanato 68enne a Fabrica di Roma

loading...

(NewTuscia) – FABRICA D ROMA – Nella mattinata odierna, in Fabrica di Roma (VT), militari della locale stazione, davano esecuzione al provvedimento di divieto di avvicinamento alla persona offesa, nei confronti di un italiano di 68 anni, residente nella provincia di Viterbo, resosi responsabile di reiterati atti persecutori.

Il provvedimento è scattato in seguito a ucarabinieri (3)n’indagine iniziata nei mesi scorsi, sulla base di una dettagliata denuncia presentata da una donna 41enne, stanca delle continue “attenzioni” dell’uomo.

Stando alle ricostruzioni, la persona denunciata dopo aver conosciuto la donna in circostanza occasionale, aveva iniziato a seguirla quotidianamente, cercandola sul luogo di lavoro e sotto casa in maniera angosciosa, rendendola oggetto di attenzioni in maniera ossessiva.

Le attenzioni maniacali, oltre a determinare un forte stato di ansia e stress, avevano costretto la donna a cambiare lavoro.

L’attività si inserisce immediatamente nell’alveo del neo costituito gruppo di lavoro per la tutela di minori e donne, presso la Procura della Repubblica di Viterbo.