Bevagna: le verifiche confermano la solidità degli edifici

(NewTuscia) – BEVAGNA – Le verifiche fatte,  dagli uffici tecnici della Protezione Civile e del Comune di Bevagna, confermano la solidità delle strutture che hanno retto alla scossa di magnitudo 6.5. E questa conferma può essere considerata una sorta di certificazione per accertare il livello di vulnerabilità sismica,  in quanto gli edifici hanno tollerato una scossa molto forte.

Il Museo è stato riaperto e così le principali cbevagnahiese, San Michele, San Silvestro e San Francesco, mentre proseguono le verifiche sugli altri edifici.

Per quanto riguarda la scuola, nonostante le verifiche effettuate non segnalino danni o criticità,  l’amministrazione è fermamente convinta della necessità di un polo unico antisismico da realizzare fuori dal centro urbano, in linea con la volontà dei numerosi genitori che hanno esternato le loro preoccupazioni per la collocazioni delle scuole nel centro.

Per questo progetto l’amministrazione si adopererà a partire da subito. Nel frattempo, in attesa del termine dei lavori in Corso Amendola, si manterrà la situazione attuale, con la secondaria nella scuola di Cantalupo.