Vulcano del MP: quale soccorso in caso di terremoto nella Provincia Pontina?

(NewTuscia) – LATINA – È  di queste ore il susseguirsi di notizie sulle catastrofi connesse al sisma nel Centro Italia.

Proprio in tema di soccorso  alle popolazioni pontine per un eventuale terremoto,  il Segretario Generale Provinciale di Latina del Movimento dei Poliziotti Democratici e Riformisti Elvio Vulcano ha  espresso    una sua viva  preoccupazione:  “Non posso nascondere la mia ansia per un ipotetico terremoto che porterebbe nterremoto-mpon pochi disastri  nel capoluogo pontino e nella sua  provincia.

La mia preoccupazione, poi, è acuita non solo perché sono un tutore dell’ordine ma anche perché  rimbalza sempre più forte la notizia    che attraverso  ancora sconosciuti progetti  sarebbe prossima l’attuazione   dell’unificazione del  servizio  dei Centralini  della Prefettura e della Questura.   Premesso che se si attuasse tale accorpamento  esso  non permetterebbe alcun vantaggio, almeno in tema di recupero di personale da adibire ad altro servizio, al contrario l’ ipotizzata unificazione   potrebbe mettere in serio pericolo la sicurezza nel territorio pontino.

Com’è noto, la Prefettura di Latina ha nella sua organizzazione interna un servizio di centralino e telegrafo (mail di emergenza), che sostanzialmente agisce da sala operativa. E’ un vero e proprio punto  di riferimento per i nostri connazionali e per gli stranieri, per le Istituzioni a qualsiasi titolo presenti nel territorio (enti locali, consorzi, comunità montane ecc.). In altri termini, è il principale porto sicuro di tutte le attività più vicine al cittadino.

Infatti: è di ausilio tecnico-operativo alla Sala Operativa per il coordinamento delle emergenze di protezione civile; dispone l’imp
iego di elicotteri e di mezzi navali per il “ 118”; è punto di riferimento di tutte le forze dell’ordine sul territorio; diffonde in modo capillare i bollettini di allerta- meteo e di attenzione idrogeologica;  ha competenza in merito alla viabilità per l’emergenza ;  coordina la ricerca di persone scomparse. Per ultimo, in caso di emergenza, sostituisce le altre sale operative.  È proprio in caso di terremoto che essa si attiva immediatamente, per poi collaborare con l’unità di crisi della protezione civile.

La Questura di Latina, invece, non dispone di un servizio di centralino, ma solo del servizio di “ 113” (attività di primo soccorso e sicurezza pubblica , con immediata risposta  alle chiamate di emergenza dei cittadini, e attività di  coordinamento   delle pattuglie e di altri mezzi di soccorso  sul territorio).

Noi del MP ci chiediamo:  in caso di emergenza concatenata di protezione civile e di Polizia a chi verrà data la priorità?

Come dicevano gli antichi latini, “ cui prodest” (a chi giova) un simile progetto?

Pertanto, attraverso la  mia voce di Segretario Provinciale, l’MP sottolinea la propria preoccupazione in ordine all’  ipotizzata realizzazione del programma di unificazione dei due centralini, ma  confida  nel  buon senso  dei vertici delle Istituzioni “

 

Gaetano Alaimo

Giornalista iscritto all'Albo dal 2002. Ha collaborato al Messaggero di Viterbo per 4 anni. Ha diretto prima Ontuscia.it e dal 2008 dirige NewTuscia.it. A Tele Lazio Nord conduce "Luce Nuova sui fatti", trasmissione settimanale di approfondimento tematico in onda il giovedì alle 21