Terremoto, scuole chiuse in mezza Tuscia. Migliaia gli sfollati tra Umbria e Marche. Un morto per infarto a Tolentino (Foto e video)

(NewTuscia) – VITERBO – Paura, tanta paura. In tutta la provincia di Viterbo, in particolare nel capoluogo, nell’area del lago di Bolsena, della Teverina, Cimini  e della valle del Tevere, ieri si sono vissuti momenti di forte apprensione per la sequenza sismica che, dalle 19.11, si è avuta con epicentro vicino alle zone colpite due mesi fa.

Guarda la diretta web di NewTuscia TV del terremoto In Umbria e Marche:
https://www.facebook.com/gaetanoalaimo/videos/10210048494479643/

La prima scossa si è avuta alle 19.11 con magnitudo 5.4, la seconda, pari a 5.9, alle 21.18: gli epicentri sono stati localizzati tra Previ, Visso  e Ussita. Dopo la seconda scossa si sono calcolati i danni ingenti in queste frazioni, Norcia compresa, un morto per infarto a Tolentino, almeno fino ad ora. Poco prima della mezzanotte una nuovterremoto2a forte replica pari a 4.6.

Migliaia gli sfollati e tanta paura a due mesi dalle già dirompenti scosse avvenute lì vicino, tra Amatrice e Arquata e Pescara del Tronto. Colpiti centri importanti come Matelica e Camerino, in cui ci sono stati significativi crolli ad abitazioni, così come nelle vicine frazioni.

Nella Tuscia tanta paura ma nessun danno a persone o cose. L’emergenza al confine tra Umbria e Marche, però, è bastata per fare emettere alla maggior parte dei Comuni dell’area tra lago di Bolsena e Monti Cimini ordinanze di chiusura oggi delle scuole. Questi i Comuni che l’hanno emessa (in ordine alfabetico): Acquapendente, Bagnoregio, Canepina, Caprarola, Civita Castellana, Gradoli, Grotte di Castro, Orte, Nepi, San Lorenzo Nuovo, Soriano nel Cimino, Vallerano, Vasanello, Vignanello.

terremoto3

In mattinata altre due scosse sopra i 4 gradi e, per tutta la notte, decine di scosse comprese sopra i 3 gradi.

No stop la diretta facebook effettuata dalla nostra redazione con il direttore Gaetano Alaimo, che ha seguito momento dopo momento l’evolversi della situazione e vissuto in diretta la secondterremoto4a, terribile scossa, pari a 5.9 gradi, che è possibilterremoto1e vedere nel video che proponiamo anche qui. Il record di visualizzazioni rappresenta il livello di attenzione che i nostri lettori hanno dato a un modo che, nelle prossime settimane, diverrà consuetudine per fare informazione mediante le dirette e gli approfondimenti giornalistici webtelevisivi.

Come abbiamo documentato nella live, durata oltre due ore, anche nella Tuscia ci sono stati interventi precauzionali: oltre alla chiusura delle scuole i sindaci e i vicesindaci in linea ci hanno informato, direttamenti o tramite social, che entro oggi ci saranno verifiche da parte di Vigili del fuoco e Protezione civile su alcuni edifici pubblici. Questo il caso di Ronciglione, dove già ieri sera sono stati fatti i primi i rilievi, mentre alcuni treni sulla tratta Ancona-Orte sono stati controllati, prima di farli ripartire, nei tratti colpiti più forte dal terremoto.