(NewTuscia) – VITERBO – Sabato 29 ottobre alle ore 17.00 presso il Museo della Ceramica della Tuscia il prof. Enrico Scarici, botanico, terrà la conferenza dal titolo dal titolo “Il giardino storico scrigno di biodiversità vegetale: il caso dei giardini storici della Tuscia viterbese”.

I giardini storici sono un mirabile connubio tra natura e creatività dell’opera dell’uomo e siti di interesse per la conservazione della biodiversità. Essi ospitano specie introdotte per ornamento a seconda della moda del tempo, ma anche entità autoctone, di rilevanza dal punto di vista biografico e conservazionistico.  Da rilevare la presenza di esemplari annosi, talvolta plurisecolari, e di varietà antiche di fruttiferi, quale espressione di particolari caratteri genetici che è opportuno catalogare e conservare per le generazioni future.

Nel corso della conferenza Scarici mostrerà, inoltre, il rarissimo Geranium versicolo. Una entità vulnerabile che si trova nel Lazio, da lui rinvenuta nel 2001 presso la Barchetta di Palazzo Farnese a Caprarola.

Durante l’incontro si potrà visitare la mostra temporanea “Natura Idealizzata” dell’artista-artigiano Marco Scarici, organizzata e allestita dalla Società Cooperativa Girolamo Fabrizio, società gestore del Museo della Ceramica della Tuscia. Con oltre quindici opere esposte, Scarici rivela la propria arte creativa attraverso i suoi trompe l’oeil esprimendo la bellezza e la quiete profonda di una Natura integra, esaltandola attraverso una combinazione armoniosa di forme e colori.

Per informazioni contattare il Museo della Ceramica della Tuscia al 0761-223674 oppure all’indirizzo mail mctuscia@gmail.com.

Ingresso gratuito.