FIERA DEI MORTI/ LA PRESENTAZIONE DELL’EDIZIONE 2016 MARTEDI’ 25 OTTOBRE ALLE ORE 10,30

(NewTuscia) – PERUGIA – Torna la tradizionale Fiera dei Morti, appuntamento atteso e apprezzato da tutti i Perugini e non solo. Si aprirà il 1° novembre per chiudersi il 6, nelle tre sedi di Pian di Massiano, Centro storico e Piazza del Bacio.

Tutte le novità dell’edizione 2016 saranno presentate nel corso della conferenza stampa che si terrà Martedì 25 ottobre, a partire dalle 10,30, al Terminal Minimetrò del Pincetto.

Alla conferenza parteciperanno, tra gli altri, l’Assessore all’Artigianato, Commercio e Mobilità Cristiana Casaioli, il presidente del Consorzio Perugia in centro Sergio Mercuri, i rappresentanti di Minimetrò, BusItalia e Moovit.

OPERA PIA “COLONIA AGRICOLA MARZOLINI”: INSEDIATO QUESTA MATTINA IL CDA ALLA PRESENZA DEL SINDACO ROMIZI E DEL VICE SINDACO BARELLI

21-ottobre_marzolini2Si è insediato questa mattina, alla presenza del Sindaco Romizi e del Vice Sindaco Barelli, il CDA dell’Opera Pia Marzolini, formato da Patrizia Brutti –Presidente uscente- e Fausto Luzzi, quali membri nominati dalla Regione, Pietro Giovannuzzi, pronipote dell’alto prelato fondatore dell’ente, in rappresentanza della famiglia Marzolini, l’avv. Giovanna Moscatella per il Comune di Perugia, Gabriella Calzuola e Don Riccardo Pascolini, nominati dalla Curia e Erika Borghesi per la Provincia.

La Colonia Agricola Femminile Marzolini nasce nel 1914 per volere di Monsignor Nazzareno Marzolini “canonico della Basilica Vaticana e prelato domestico di Sua Santità”, con la collaborazione di sua nipote Natalia.

Scopo dell’ente, che da sempre ha sede nel quartiere perugino di Prepo, era quello di ospitare e aiutare gratuitamente, con i mezzi derivanti dalle rendite del proprio patrimonio, le ragazze orfane o in stato di abbandono.

“A quel tempo –ha spiegato la Presidente uscente Brutti- era un’attività importantissima, perché nessuno pensava alle donne, alla loro educazione, tanto più se erano orfane. La Colonia, invece, dava loro un futuro oltre al presente.”

Nel tempo, tuttavia, l’attività originale dell’Opera Pia è andata ridimensionandosi per la mancanza di ospiti e, a partire dalla fine degli anni 70, essa ha destinato il suo patrimonio ad attività sociali, mettendo a disposizione parte delle sue strutture, prima, come sedi scolastiche, più tardi, come sedi di attività socio assistenziali e sociali (attualmente vi si trovano tre residenze per disabili e un oratorio).

L’incontro di insediamento di questa mattina è stata l’occasione per fare il punto della situazione e, soprattutto, per un confronto sul futuro e le prospettive dell’ente anche in virtù della legge regionale che impone alle opere pie di trasformarsi o in aziende di servizi o in fondazioni.

Prossimo impegno del CDA sarà, dunque, quello di modificare e aggiornare lo statuto e provvedere alla trasformazione giuridica dell’ente stesso.

EFFETTUATI I LAVORI AL CIMITERO DI FRATTICIOLA SELVATICA SOLLECITATI DALLE ASSOCIAZIONI DEL TERRITORIO

Dopo la sollecitazione delle associazioni del territorio e il sopralluogo dell’Assessore ai servizi cimiteriali Wagué con il consigliere Numerini e i tecnici del Comune e dei Servizi Associati, sono stati finalmente realizzati i lavori finalizzati ad una migliore e più sicura fruibilità del cimitero di Fratticiola Selvatica.

Gli interventi effettuati hanno riguardato, in particolare, il drenaggio dei loculi nella parte Sud del cimitero, la chiusura delle ossarine con pannelli di cemento, la riqualificazione dei viali di transito all’interno del cimitero, la manutenzione dei cordoli e delle piante, più altri interventi di sistemazione della struttura.

Anche in questo caso, la segnalazione e il confronto costante con le associazioni del territorio sono stati fondamentali per individuare le criticità e favorire l’intervento dell’amministrazione in tempi rapidi.