Terni. In seconda commissione si parla di refezione scolastica

Pannolini, pannoloni e traverse possono essere conferiti anche nei centri di raccolta

Il Comune ha comunque richiesto un potenziamento del servizio nell’ambito del nuovo modello “porta a porta”

(NewTuscia) – TERNI – Il Comune ha richiesto al gestore un potenziamento del servizio di raccolta dei pannolini, pannoloni e traverse; intanto si stanno organizzando soluzioni aggiuntive per la raccolta in modo da ridurre al minimo i disagi per i cittadini.

Lo rende noto l’unità operativa gestione e valorizzazione dei rifiuti del Comune di Terni che specifica come in  questa fase di organizzazione sarà possibile conferire  i pannoloni e i pannolini nei contenitori dedicati posizionati davanti ai Centri Comunali di Raccolta di Terni:
• CCR di Piediluco, Vocabolo Ponticelli: dal lunedì al sabato dalle 7,40 alle 12;
• CCR di Maratta, Via Ratini n. 6: dal lunedì al sabato dalle 7,30 alle 18;
• CCR di San Martino dal lunedì al sabato dalle 7,30 alle 18– domenica dalle 7,30 alle 12,30.
In base a quanto stabilito nel “Contratto per l’affidamento del servizio” nel nuovo modello di raccolta porta a porta dei rifiuti urbani – ricorda ancora il Comune – gli utenti che presentano particolari esigenze per lo smaltimento di pannolini, pannoloni e traverse per il conferimento possono richiedere appositi mastelli o contenitori carrellati.
A tal fine i cittadini interessati che non avessero già presentato domanda tramite l’apposito modulo possono comunicare la necessità di smaltimento di pannolini e pannoloni e il proprio indirizzo per posta elettronica all’indirizzo: sportello.cittadino@comune.terni.it o telefonando ai seguenti numeri 0744.549-870/803/802 – 0744.432201.

A Palazzo Primavera arriva l’Italia metafisica di George Tatge

Una mostra del fotografo-giornalista con 66 immagini scattate dalla Val d’Aosta alla Sicilia

Dal 23 ottobre al 20 novembre 2016, Terni ospiterà nella sede espositiva di palazzo di Primavera “Italia Metafisica”, la mostra fotografica di George Tatge realizzata in collaborazione con il Comune di Perugia.
L’itinerario – spiegano gli organizzatori – si compone di 66 immagini scattate dalla Valle d’Aosta alla Sicilia con la leggendaria Deardorff, una macchina a soffietto dalla quale si ottengono negativi in bianco e nero di grande formato, e stampate personalmente dall’autore in camera oscura. Una modalità fotografica lenta e meditativa per capire un mondo in rapida trasformazione e per produrre immagini che ispirino uno sguardo lungo e approfondito. “In “Italia Metafisica” i paesaggi colpiscono per la loro intensità, lontana dalle insidie del pittoresco. Lo spettatore è invitato a guardare la realtà con occhi diversi, a meditare sul suo rapporto con l’ambiente che lo circonda, ad andare oltre le apparenze per dare un significato più profondo e autentico a quello che vede”.
“I miei maestri mi hanno insegnato a puntare l’obiettivo dove l’anima ti ispira – spiega Tatge – e per me la fotografia è diventata ricerca interiore, di una bellezza segreta, a volte oscura. Sono felice di farmi trascinare dal caso, dall’ombra”.
George Tatge conosce Terni dagli anni fine ’70 quando abitava con la moglie nella vicina Todi e ha lavorato in passato sulla città realizzando Terni, volume fotografico in cui elabora una rappresentazione originale, fuori dai soliti schemi del capoluogo e del suo territorio.
“Italia Metafisica” è stata inaugurata a Firenze nel 2015, il catalogo (edito da Contrasto) ha vinto il premio IPA della Lucie Foundation di New York e il Premio Ernest Hemingway 2016 di Lignano Sabbiadoro.
La mostra resterà aperta fino al 20 novembre a Palazzo di Primavera in via Giordano Bruno 3 ( Tel 0744/402199) dal martedì alla domenica, dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle19 L’inaugurazione è in programma per le ore 17 di sabato 22 ottobre.

George Tatge è nato a Istanbul nel 1951 da madre italiana e padre americano. Ha trascorso l’adolescenza tra l’Europa ed il Medio Oriente prima di trasferirsi negli Stati Uniti. Laureato in letteratura inglese, incominciò a studiare la fotografia con l’ungherese Michael Simon. Si trasferì in Italia nel 1973, lavorando prima a Roma come giornalista e quindi a Todi, dove ha scelto di vivere per dodici anni, scrivendo per Art Forum e altri, e portando avanti le sue ricerche fotografiche. La sua prima mostra in Italia è stata alla Galleria Il Diaframma di Milano nel 1973. Il primo libro, Perugia terra vecchia terra nuova, uscì nel 1981.

Da allora ha presentato mostre in America ed in Europa e le sue opere fanno parte di collezioni tra cui quella del Metropolitan Museum di New York, del George Eastman House di Rochester, del Houston Museum of Fine Arts, del Centre Canadien d’Architecture a Montreal, del Helmut Gernsheim Collection a Mannheim e della Maison Européenne de la Photographie di Parigi. Dal 1986 al 2003 è stato dirigente tecnico-fotografico della Fratelli Alinari di Firenze. Tra le sue mostre più importanti: The American Academy a Roma nel 1981, il MASP di Sao Paulo, Brasile nel 1988, la Biennale di Venezia nel 1995, il Museo Peggy Guggenheim di Venezia nel 2005, il Reiss-Engelhorn Museum a Mannheim nel 2003, The George Eastman House a Rochester nel 2004, il MAXXI di Roma nel 2007, Presenze, paesaggi italiani a Villa Bardini di Firenze nel 2008 e poi a Roma, Trieste, La Spezia, Perugia e Parigi, e Henri Cartier-Bresson e gli altri nel 2015 a Palazzo della Ragione di Milano.

In seconda commissione si parla di refezione scolastica

Convocata la seduta anche per la Controllo e Garanzia

La seconda commissione consiliare, convocata dal presidente Francesco Filipponi, si riunirà giovedì 20 ottobre alle ore 15 nella sala consiliare di Palazzo Spada. All’ordine del giorno un’audizione con gli assessori Piacenti e Malafoglia sulla delibera di consiglio comunale 195 del 31 maggio scorso sulla refezione scolastica.
Sempre giovedì 20 ottobre, ma alle ore 9, si riunirà anche la quarta commissione consiliare Controllo e Garanzia, convocata dal presidente Federico Pasculli, per un’audizione con i dirigenti sulla vicenda Edilstart.