osteria-salicicchia

L’Osteria Salicicchia

(NewTuscia) – VITERBO – “Piove, ma niente di eclatante e questo è come stiamo messi. Noi stiamo chiusi dentro, io ci ho dentro i clienti. Se c’era qualcuno che si sentiva male qua dentro io ero fottuta perché non c’è nessun modo di uscire da qui”.

A parlare è Catia Marchettini, titolare dell’ormai (suo malgrado) nota Osteria Salicicchia, situata in via San Pietro 103 a Viterbo. Nota, in senso positivo, per i succulenti piatti, in senso negativo per avere battuto ogni record per gli allagamenti del locale: con la pioggia di stasera siamo a quota 7 volte.

I video che ha girato amatorialmente la stessa Catia Marchettini sono inequivocabili: non solo l’allagamento di tutto il locale ma anche i clienti bloccati dentro perché il livello dell’acqua, almeno 90 cm, non avrebbe permesso un’uscita di emergenza in caso di malore di qualche cliente. E, questo fatto, è l’aggravante di una situazione che, ormai, ha dell’assurdo.

Solo qualche mese fa si ruppero le fogne che costeggiano la chiesa di San Pietro scendendo dall’incrocio con la Cassia. Transennamento e qualche accenno di lavori, ma la situazione eccola qua: siamo all’anno zero. Almeno vedendo le immagini girate dagli stessi titolari della “martoriata” Osteria Salicicchia che, posta in fondo alla piazza, subito dopo porta San Pietro, accumula tutta l’acqua che non riesce a defluire per i tombini evidentemente intasati o mal tenuti.

Ebbene, nel video un signore, probabilmente il titolare, parla di “una denuncia” che, gli stessi titolari, ormai esasperati per l’inefficienza degli interventi del Comune di Viterbo su questo tratto, potrebbero fare.