Narni, prosa: “L’hotel del libero scambio” apre stagione teatrale

(NewTuscia) – NARNI – Roberto Valerio, in regia, Umberto Orsini, Antonello Fassari e Nicola Rignanese sono i protagonisti de “L’hotel del libero scambio” che aprirà domenica, alle 17.30, la stagione di prosa del comunale Manini. Il testo di Georges Feydeau sarà presentato, in veste riadattata dalla Compagnia Orsini. “Feydeau – spiega il regista Valerio – racconta i vizi dei suoi contemporanei del 1894, che sono anche i nostri vizi. Italo Calvino nelle sue Lezioni Americane individua sei qualità che un’opera d’arte dovrebbe avere: nelle prime due lezioni ci parla della Leggerezza e poi dell’Esattezza. Feydeau – prosegue – ci racconta la nostra società proprio attraverso la leggerezza e l’esattezza”.

comune di narniGrazie a nuove traduzione e adattamenti del testo, gli attori dello spettacolo saranno impegnati in una recitazione antinaturalistica, in maschera. “Riusciremo a passare dal ballo al canto e alla recitazione in modo naturale – dice ancora il regista – costruendo una commedia dal sapore amaro, in cui si riderà in modo intelligente e raffinato, senza mai perdere di vista l’obiettivo di raccontare una società “malata” e attratta dall’erotismo, una società ipocrita che condanna in pubblico le stesse cose che poi in privato si concede. In questi anni Feydeau è stato spesso rappresentato in Germania come archetipo di un teatro che pone il suo sguardo sull’imbarbarimento della media borghesia dell’800 che ha portato a disastri sociali immensi. Questa ottica così moderna – conclude Valerio – è la molla che ci ha spinti verso questo testo per svelare lo scheletro di una struttura malata nel profondo”.

Gaetano Alaimo

Giornalista iscritto all'Albo dal 2002. Ha collaborato al Messaggero di Viterbo per 4 anni. Ha diretto prima Ontuscia.it e dal 2008 dirige NewTuscia.it. A Tele Lazio Nord conduce "Luce Nuova sui fatti", trasmissione settimanale di approfondimento tematico in onda il giovedì alle 21