Casellario unico telematico imprese: nessuna truffa ma bollettini che creano confusione col diritto annuale delle Camere di Commercio

(NewTuscia) – VITERBO – “Casellario unico telematico imprese”. Questa l’intestazione che si stanno vedendo recapitare, presso le proprie abitazioni, molti cittadini che stanno segnalando alla Camera di Commercio di Viterbo (l’unico ente preposto alla riscossione del diritto annuale (la tassa annuale obbligatoria per le imprese), le richieste di pagamento. Che, apparentemente, sembrano solleciti di pagamento per i ritardi nei pagamenti, appunto, dei diritti annuali, mentre in realtà sono delle richieste di iscrizioni, facoltative, prefalso-diritto-annuale1sso il sito  http://www.casellariounicotelematicoimprese.com/.

In realtà, se si apre il sito sopra menzionato, si legge:

“Casellario Unico Telematico Imprese non è e non fa parte della Pubblica Amministrazione.  L’inserimento  e la presenza  di attività imprenditoriali rappresenta una strategia di contest marketing progettata per attrarre e indirizzare nuovi clienti alle imprese iscritte.

La pubblicità su internet è ormai diventata una delle maggiori fonti di incremento dei ricavi per le imprese. Le stesse hanno la possibilità di presenziare con una moltitudine di spazi con varietà di tipologie e di formati. Una giusta combinazione titolo-immagine è in grado di promuovere in modo sempre più soddisfacente il vostro business. Per questo motivo Casellario Unico Telematico Imprese è un puzzle a costruzione variabile che vi permette, dopo in inserimento base, di poter pianificare una presenza più intensa e variabile”.

In sintesi, un sito per avere maggiore visibiilità in rete. La verosimiglianza, però, con i bollettini emessi dalla Camere di Commercio di tutta Italia, ha creato il panico in molti cittadini contribuenti che, anche a Viterbo, stanno segnalando la cosa ai dipendenti camerali. Esiste il Registro delle imprese presso la Camera di Commercio di ogni provincia e l’apposito Ufficio competente per il diritto annuale, mentre questi bollettini in foto sono solo delle richieste di pagamenti per avere visibilità su Internet.
falso-diritto-annuale2
Ci mettiamo nei panni dei contribuenti che, con questo formato grafico, sono tratti in inganno. Nessuna truffa ma, appunto per l’aspetto, un modo non del tutto chiaro di esprimere i motivi delle richieste di pagamento.