(NewTuscia) – BEVAGNA – Sabato 10 settembre, il centro polivalente di Cantalupo ha ospitato l’incontro con la cittadinanza promosso dall’Amministrazione comunale. Erano molti anni che la popolazione aspettava un momento di confronto per ascoltare ma anche interrogare i politici sulla scuola, sui problemi del paese, sulle aspettative, su una politica di recupero delle zone periferiche.

Il sindaco ha motivato la scelta di portare gli alunni della scuola media a Cantalupo con  l’informazione sulla situazione della scala di emergenza che risulta inagibile, perché non permette l’accesso in uno spazio libero, percorribile e per la mancanza d rispetto del piano della sicurezza.

“Finalmente si apriranno, dopo tanti anni, le finestre del secondo piano di questa scuola, che è stata sistemata a dovere, pulita dalle erbacce, e con belle fioriere  all’ingresso per accogliere gli alunni” sottolinea il sindaco proseguendo “Cantalupo ora offre una soluzione che bisognava cogliere. E’ stata una scelta coraggiosa, che però andava fatta, perché era quella percorribile. Bisogna capire che Cantalupo è Bevagna e Bevagna è Cantalupo.”

Il sindaco ha poi ricordato come in questi quattro mesi l’Amministrazione abbia risposto alle richieste dei cantalupesi: sono state sistemate le insegne del centro polivalente, sono stati sistemati alcuni tratti di strade, ripristinato il campo sportivo, sollecitata la pulizia del fiume Attone prima della sagra della lumaca e si sta, infine, provvedendo a mettere a norma l’impianto idraulico del centro polivalente. Inoltre ha preso piena consapevolezza delle criticità di Cantalupo e si provvederà a sanarle.

Lo spirito collaborativo della popolazione ha portato ad un dialogo aperto e costruttivo che l’Amministrazione s’impegna a riprendere tra circa un mese, per fare il punto dei primi quattro mesi dal suo insediamento.