Giunta comunale/un altro tassello per la riqualificazione di Fontivegge: via libera al progetto per l’insediamento di associazioni in via del macello

(NewTuscia) – PERUGIA – stemma di PerugiaDopo le azioni già messe in campo per lo sviluppo e la ricostruzione del tessuto economico e sociale dell’area di Fontivegge-Bellocchio-Madonna Alta, tra le quali il rilancio delle attività commerciali nell’area, finalizzato a sostenere lo sviluppo di nuove attività imprenditoriali, che ha portato alla creazione di una No Tax Area e i numerosi progetti che sono stati presentati lo scorso 29 agosto al Governo nell’ambito del bando nazionale per la riqualificazione urbana e la sicurezza delle periferie, la Giunta comunale ha dato oggi il via libera ad un ulteriore progetto in questa direzione.

L’intervento prevede di individuare immobili e locali nell’area di Via del Macello nei quali insediare associazioni in grado di assicurare un presidio sociale sul territorio, promuovendo quindi attività di riqualificazione e rivitalizzazione in maniera continuativa e alternativa alle attività commerciali già esistenti o che arriveranno.

Le associazioni, infatti, rappresentano un caposaldo importante per la tutela del territorio, che vivono quotidianamente e conoscono bene.

Via del Macello, peraltro, è stata individuata proprio perché lì l’Amministrazione non è presente con propri uffici o servizi, come invece in Via Sicilia, dove ha messo a disposizione l’immobile in cui si trova la scuola d’infanzia Il giardino di Bibi, o in Piazza del Bacio con la sede della polizia locale, o, ancora in Via Settevalli dove ha sede il centro Servizi Giovani.

La Giunta ha anche deliberato che, dal momento che l’ente non ha immobili di proprietà in via del Macello da destinare alle finalità del progetto, sarà necessario reperire tali immobili da terzi, attraverso un apposito avviso pubblico, acquistandone la disponibilità in comodato  modale (uso gratuito fatto salvo il rimborso dei tributi e degli oneri condominiali ordinari) per la durata di tre anni.

In linea, quindi, con la normativa vigente sul contenimento della spesa pubblica, ha dato mandato agli uffici di reperire gli immobili necessari e di selezionare le associazioni da insediarvi, individuando –per una prima attuazione del progetto- una superficie di circa 400 mq, che richiede una spesa da parte dell’ente di circa 9.500 euro/anno.

 

GIUNTA COMUNALE/INTEGRAZIONE DEL SERVIZIO DI SPAZZAMENTO A PIAN DI MASSIANO

Al fine di garantire un adeguato livello di decoro urbano nell’area di Pian di Massiano adiacente allo stadio Renato Curi, la Giunta ha oggi autorizzato il gestore del servizio di igiene urbana GEST srl ad effettuare un servizio straordinario di spazzamento stradale festivo, nelle aree adiacenti lo stadio stesso, in concomitanza con le partite di campionato del Perugia Calcio.

Il servizio sarà effettuato la domenica mattina, in via temporanea per un anno, dal momento che il campionato di Serie B in cui milita la squadra del capoluogo prevede che le partite siano disputate il sabato pomeriggio. Attualmente, il servizio viene svolto, infatti, da Gest il lunedì mattina, ma data l’importanza dell’area per il gioco, lo sport e le attività ricreative, soprattutto nei giorni di festa, diventa determinante che i rifiuti prodotti in occasione delle partite siano raccolti con tempestività.

Saranno interessate dal servizio integrativo di spazzamento le aree limitrofe allo stadio (Via D’Attoma, Via Meazza, Viale Conti, Viale Perari, Strada Trasimeno Ovest per il tratto di fronte allo Stadio, Viale Centova e Via Nuvolari).

 

GIUNTA COMUNALE/PROSEGUE IL PROGETTO AREE VERDI – RIQUALIFICAZIONE E MANUTENZIONE DEL VERDE PUBBLICO

Dato il successo della prima edizione del progetto Aree verdi – Riqualificazione e manutenzione del verde pubblico presentato dall’ATS Associazione Arcisolidarietà Ora d’Aria Onlus di Perugia e Cooperativa sociale Perusia Onlus e promosso dal Comune di Perugia con un protocollo di collaborazione, la Giunta ha deciso di proseguire nella realizzazione del progetto che vedrà di nuovo l’attivazione di un volontariato sociale  riservato ai richiedenti asilo per interventi di manutenzione delle aree verdi comunali.

Oltre al contributo al decoro urbano, scopo del progetto è principalmente quello di consentire ai volontari l’acquisizione di capacità lavorative e di favorire l’integrazione dei migranti volontari con il tessuto associativo e con la cittadinanza.

A questo progetto –che nella sua prima edizione aveva riguardato le aree verdi di Pincetto, Pianello e Sant’Erminio, Campo di Marte, Pian della Genna, Madonna Alta, Ponte Felcino, Ponte San Giovanni (Parco Urbano e percorso fluviale del Tevere), Centova- si è affiancata di recente un’analoga iniziativa anche con la Caritas per la cura di alcune aree verdi nella zona di San Marco.