Polizia municipale/bilancio dei controlli effettuati tra sabato 3 e domenica 4 settembre

(NewTuscia) – PERUGIA – stemma di PerugiaUna patente ritirata, con relativa denuncia all’Autorità Giudiziaria e sequestro del motociclo condotto, nella notte, in Piazza Fortebraccio da un perugino che, alla prova dell’alcoltest, ha fatto rilevare un tasso alcolemico ben superiore a 1.5 g/l (grammi per litro di sangue).

Sequestro amministrativo di due autovetture sorprese a circolare in città  senza copertura assicurativa.

Sequestro reiterato di un autocarro che circolava nella zona del centro storico, sebbene già sottoposto a fermo e sequestro, nonché sprovvisto di revisione.

Fermo di autovettura con targa rumena, condotta con patente non valida per la potenza specifica del veicolo.

E’ questo il bilancio dei controlli svolti dalle pattuglie della Polizia Municipale di Perugia nei giorni di sabato 3 e domenica 4 settembre, bilancio che va ad unirsi a quello dei controlli del territorio svolti nel corso della settimana.

Questi ultimi hanno portato alla denuncia, per avere declinato false generalità,  di una perugina sorpresa ad iniettarsi stupefacenti nella zona di Fontivegge.  La donna J.M., classe1985, già nota agli agenti della Polizia Municipale, è stata sottoposta a perquisizione ed è stata trovata in possesso di cocaina, per una quantità riconducibile all’uso personale, che è stata immediatamente sequestrata.

Denunciata altresì per gravi minacce a pubblico ufficiale una prostituta rumena, controllata in via Canali, anch’essa nota per i numerosi precedenti di polizia per reati contro il patrimonio.

 

SOTTOSCRITTO QUESTA MATTINA IL PROTOCOLLO D’INTESA TRA COMUNE DI PERUGIA, ANCI UMBRIA, CONFCOMMERCIO, COMUNI DI CORCIANO, NARNI E TERNI PER LA PROMOZIONE DI INIZIATIVE NELL’AMBITO DELLA STRATEGIA EUROPA 2020

E’ stato firmato questa mattina, presso la sede dell’Anci, in via Alessi 1, il protocollo d’intesa tra Comune di Perugia, Anci Umbria, Confcommercio (imprese per l’Italia della Regione Umbria), ed i Comuni di Corciano, Narni e Terni per la promozione di iniziative nell’ambito della strategia Europa 2020.

A sottoscrivere l’atto sono stati il sindaco di Perugia Andrea Romizi, il presidente Anci Francesco De Rebotti (sindaco di Narni), il presidente della Confcommercio Umbria Giorgio Mencaroni, il sindaco di Corciano Cristian Betti, gli assessori del Comune di Terni (Commercio ed Artigianato) Daniela Tedeschi e del comune di Narni (industria ed artigianato) Marco De Arcangelis

L’accordo fa seguito alla sottoscrizione, nell’aprile 2015, da parte di Anci e Confcommercio nazionale di un protocollo volto ad avviare azioni di promozione della dimensione urbana delle politiche U.E., dando vita ad una serie di attività orientate a conseguire risultati in sintonia con gli obiettivi della strategia Europa 2020.

L’obiettivo è di potenziare il ruolo attrattivo dei territori comunali sia sotto il profilo residenziale che dei servizi e dell’offerta merceologica.

Per farlo, oltre agli studi preliminari concernenti i bisogni dell’economia e del territorio e l’analisi degli strumenti già a disposizione, si propone di dar vita ad azioni comuni in tema urbanistico, locativo, di individuazione delle merceologie mancati o scarsamente presenti.

Il tutto collaborando nella definizione di progetti integrati condivisi finanziati attraverso fondi europei.

Si vuole favorire, peraltro, il superamento di modalità operative individuali, fornendo soluzioni a quelli che sono considerati punti di forza del sistema commerciale urbano: attrattività e mix merceologico dei sistemi urbani; accessibilità e sosta; qualità architettonica e ambientale del contesto urbano; qualità architettonica del sistema dei negozi; attività di animazione; attività di promozione.

A tal proposito i firmatari hanno inteso costituire un tavolo di coordinamento che, riunendosi con cadenza periodica, svilupperà le azioni descritte, onde favorire il raggiungimento di specifici obiettivi. Tra questi: la riqualificazione e rigenerazione sociale ed economica delle aree urbane, l’aumento dell’attrattività del sistema economico urbano, la presenza di funzioni e servizi di prossimità al cittadino, la valorizzazione dei carattere e delle attività specifiche del territorio.

Aprendo l’incontro il presidente di Anci Umbria De Rebotti ha parlato di un protocollo importante, tramite il quale si punta a mettere in campo azioni straordinarie sia in favore dei cittadini che per far diventare il commercio una fonte di sviluppo turistico.

Da oggi, su queste basi, parte un impegno comune per consentire al protocollo di avere attuazione in coerenza con le azioni che si stanno sviluppando e si svilupperanno a livello regionale e territoriale.

Il presidente di confcommercio Umbria Giorgio Mencaroni ha sottolineato che l’obiettivo primario dell’accordo è di combattere la desertificazione nei centri urbani, termine con cui non devono intendersi solo i centri storici.

Una riqualificazione e rigenerazione che deve essere intesa soprattutto dal punto di vista sociale ed economico e non solo urbanistico.

In sostanza una sfida importante che l’Umbria vuol vincere diventando così un modello a livello nazionale.

Il sindaco Andrea Romizi, oltre ad esprimere apprezzamento per gli importanti obiettivi fissati e per la coesione-condivisione tra soggetti Istituzionali posta alla base dell’accordo, ha focalizzato il proprio intervento soprattutto sul metodo, da lui ritenuto innovativo.

“Troppo spesso – ha commentato – quando mancano le risorse, si creano facili alibi per “non fare”. Questo attendismo va abbandonato e dobbiamo essere in grado di metterci in gioco sviluppando la creatività e le idee”.

Quella oggetto del protocollo – secondo il pensiero del sindaco – è una sfida che Anci e Confcommercio hanno accolto, spronando i Comuni a collaborare con l’obiettivo di contrastare l’impoverimento e la desertificazione di parti importanti della città; uno scopo che si potrà raggiungere seguendo un metodo virtuoso, quello dell’ascolto: “vogliamo andare sul territorio per raccogliere le istanze dei cittadine affinché poi possano essere rielaborate con l’ausilio di tecnici esperti ed Istituzioni come l’Università”.

Un metodo – ha chiarito Romizi – che il Comune di Perugia sta seguendo da tempo e che intende potenziare ulteriormente.

Entrando nel dettaglio, il sindaco ha confermato che l’accordo segue una linea già tracciata, visto che sono stati molteplici i protocolli di collaborazione sottoscritti dall’Ente capoluogo con vari soggetti. Nel caso di specie la volontà è di fare rete, presentando progetti condivisi e di spessore, soprattutto in ambito sociale, commerciale e turistico, ma senza dimenticare gli interventi strutturali soprattutto tesi al recupero del patrimonio esistente, troppo spesso in stato di abbandono.

***Foto Giancalo Belfiore***

 

DESTATE LA NOTTE: ALZIAMO I CALICI. SPETTACOLO TEATRALE E MUSICALE LEGATO AL TEMA DEL “VINO”/ APPUNTAMENTO MERCOLEDI’ 7 SETTEMBRE ALLE 21 A PALAZZO DELLA PENNA

Nell’ambito della rassegna Destate la notte, andrà in scena mercoledì 7 settembre alle 21, nel piazzale antistante palazzo della Penna, lo spettacolo teatrale e musicale legato al tema del vino “Alziamo i Calici”.

La performance sarà a cura di Anton Giulio Perugini, pianoforte, con la regia di Mariella Chiarini.

È uno spettacolo arioso, genuino, spumeggiante, proprio come il buon vino, e coinvolge il pubblico con un ritmo incalzante e l’immediata fruibilità delle sue fresche musiche, attinte in buona parte dal repertorio dei canti popolari delle varie regioni d’Italia, tutti legati all’argomento “vino”, ma anche con musiche di autori quali Verdi, Mascagni, Paganini, Dvorak, Tchaikovsky.

Dopo una breve introduzione preceduta da un elogio del vino in musica e in poesia, si procede con una veloce carrellata sulle origini del dolce licor, sulle locations, dalle tabernae romane ad oggi, con chi le frequentava e con quanto vi accadeva; il rapporto tra vino e medicina, tra vino e poesia, i vari stadi del bere, con i suoi effetti; riflessioni e citazioni di personaggi celebri, sul vino; stornelli del Bruscello intervallati da epigrammi; momenti dedicati all’aneddotica; i santi protettori del vino; proverbi; dialogo tra l’acqua e il vino, liberamente tratto da “I Carmina Burana” ed un finale che intreccia la musica popolare con quella lirica.

In caso di maltempo lo spettacolo verrà spostato al Teatro Franco Bicini, Via del Cortone, 35.

Ingresso libero.

Info: Ufficio Cultura Comune 0755772830-0755772416

Teatro Bicini 3333879119

 

I CONFINI DELLA MEMORIA/ GIOVEDI’ 8 SETTEMBRE DALLE 21 LA NOTTE DI LUCE TRA LE MURA ANTICHE DELLA CITTA’

Si svolgerà giovedì 8 settembre, a partire dalle ore 21, la seconda edizione de “I confini della memoria”, notte di luce tra le mura antiche della città, evento organizzato dall’associazione Radici di Pietra con il patrocinio del Comune di Perugia, Capitale italiana dei giovani 2016.

Alla manifestazione aderiscono anche l’Università degli studi di Perugia, l’Università per Stranieri e ben 30 associazioni cittadine.

Alla fiaccolata lungo un tratto significativo delle mura etrusche parteciperanno, tra gli altri, anche il sindaco Andrea Romizi e l’assessore alla cultura Teresa Severini.

Per l’occasione saranno presenti, nei caratteristici costumi d’epoca, i rappresentanti dei cinque Rioni di Perugia 1416.

Poche altre cose, come la luce, hanno il potere di segnare i confini della materia e degli stati d’animo – evidenziano gli organizzatori – Anche la memoria, quindi, che della conoscenza è lo stato d’animo più nascosto, con la luce si attesta, si esprime, si esalta. Ma la fiamma va tenuta viva per non correre il rischio che si spenga. Ed per questo che Radici di Pietra, ancora una volta, alla luce affida il sentimento di identità più alto della nostra città che, nelle mura antiche, trova certamente le sue ragioni d’essere più antiche e di orgoglio più profonde.

Con questi auspici, alle 20:30 di giovedì 8 settembre, ci troveremo in Piazza San Francesco al Prato e, da lì, dopo l’esibizione del Gruppo musicale “Suoni di donne”, ci recheremo, attraverso Porta Trasimena, via della Sposa, via Tornetta, il Parco della Canapina, fin sotto la facciata di San Benedetto Vecchio. Da qui proseguiremo, intrattenuti dai Trampolieri della “Compagnia dell’Accademia Creativa”, lungo via della Canapina e via della Cupa, fino in Porta Eburnea. Infine, attraversando via Fatebenefratelli e Viale Indipendenza imboccheremo via Marzia.

Qui, sotto le vestigia dell’antica Porta etrusca, incastonata dal Sangallo nella Rocca Paolina, assisteremo al Concerto finale dell’Orchestra da Camera di Perugia, diretto da Nil Venditti (la più giovane direttrice d’orchestra d’Europa).

Insomma, ancora una serata magica per sottolineare la straordinaria magia dell’identità plurimillenaria della gente di Perugia raccolta, ancora una volta, sotto le mura della sua città. Insomma, in continuità con il miglior passato, accendiamo la luce sul nostro miglior futuro.

Il programma prevede alle 20.30 il raduno in piazza San Francesco al Prato; alle 21 ci sarà la partenza in direzione Canapina; alle 21.30 si proseguirà in direzione di Porta Eburnea per poi arrivare in Via Marzia, dove alle 22.15 andrà in scena il concerto a cura dell’Orchestra da Camera di Perugia. Alle 22.45 i saluti finali e l’”abbraccio perugino”.

 

TRASIMENO PANORAMI E FOTO/ DOMANI, MARTEDI’ 6 SETTEMBRE, ALLE 18 NEL MUSEO CIVICO DI PALAZZO DELLA PENNA LA PRESENTAZIONE DEL LIBRO E INAUGURAZIONE DELLA MOSTRA

Si terrà domani, martedì 6 settembre, presso il museo civico di palazzo della Penna, alle 18 la presentazione del libro e l’inaugurazione della mostra (a cura di Marco Cerbella) “Trasimeno panorami e foto”, il lago di Perugia attraverso l’occhio di professionisti e amatori.

Nel corso dell’incontro di domani, ci saranno letture di poesie a cura delle Autrici Barbara Bracci ed Annalisa Rosi Cappellani.

Atmosfere a cura del M° Michele Tremamunno.

Interviene Teresa Severini, Assessore alla Cultura, Turismo e Università del Comune di Perugia

La mostra sarà visitabile a palazzo della Penna dal 7 al 18 settembre, dal martedì alla domenica negli orari 10-19.