A Tarquinia piano per la sicurezza antisismica delle scuole

(NewTuscia) – TARQUINIA – «Abbiamo sempre messo tra le priorità dell’Amministrazione la messa in sicurezza e la riqualificazione delle scuole, investendo notevoli risorse economiche negli anni. Seguendo questo percorso, lo scorso 3 maggio avevamo approvato una delibera di giunta per gli adeguamenti sismici dei nostri istituti (quelli gestiti dal Comune) per 8 milioni e 633mila euro. Siamo pronti a chiedere allo Stato i finanziamenti necessari». Lo dichiara il sindaco Mauro Mazzola, dopo annuncio del Governo del piano Casa Itala, il progetto per la prevenzione antisismica e il dissesto del territorio italiano. «Mi auguro che alle parole seguano i fatti e sia dia corso a un piano serio che guardi all’immediato e al futuro. – prosegue il primo cittadino – Occorre uscire dall’ottica dell’emergenza ed entrare in quella di programmazione e progettazione ad ampio respiro e secondo una visione a lungo termine».

Il sindaco di Tarquinia Mauro Mazzola
Il sindaco di Tarquinia Mauro Mazzola

Gli interventi da finanziare riguardano la scuola elementare con i padiglioni “Corrado e Mario Nardi”, “Bonelli”, “Perrini”, “Rotelli”, “Valdi” (blocchi 1, 2, 3); le scuole materne di via Palmiro Togliatti e “Leoni”; l’IC “Ettore Sacconi”, compreso il plesso “Luigi Dasti”. «Sul piano legislativo è indispensabile che ci sia finalmente l’obbligo di rendere antisismici tutti gli edifici. – conclude il primo cittadino – Case, scuole, ospedali, presidi delle forze dell’ordine, caserme dei vigili del fuoco e prefetture devono essere luoghi sicuri e non diventare macerie tra cui scavare».

Gaetano Alaimo

Giornalista iscritto all'Albo dal 2002. Ha collaborato al Messaggero di Viterbo per 4 anni. Ha diretto prima Ontuscia.it e dal 2008 dirige NewTuscia.it. A Tele Lazio Nord conduce "Luce Nuova sui fatti", trasmissione settimanale di approfondimento tematico in onda il giovedì alle 21