Indebitamento e dipendenze economiche: Viterbo su livelli medi nel Lazio

(NewTuscia) – VITERBO – Nel Lazio il 36,0% della popolazione maggiorenne ha almeno un rapporto di credito attivo. Disaggregando ulteriormente il dato per singola provincia, è Roma quella con la quota più elevata di crediti attivi (il 39,6% del totale della popolazione, per la precisione), seguita da Frosinone e Latina, entrambe al di sopra del 35%.  Relativamente alla distribuzione delle diverse tipologie di contratti di credito all’interno del portafoglio delle famiglie, per quanto riguarda i mutui l’incidenza in Regione risulta pari al 19,1%, dato che colloca il Lazio al 14° posto della graduatoria nazionale guidata da Friuli-Venezia Giulia e Lombardia. Relativamente ai prestiti personali, invece, il peso nel portafoglio dei crediti attivi risulta pari al 34,8%, sostanzialmentesoldi in linea con la media nazionale. Infine, per quanto riguarda i prestiti finalizzati all’acquisto di beni e servizi il peso sul totale si attesta al 46,2% (6° posto a livello nazionale). A livello provinciale, Roma guida la classifica regionale per quanto riguarda i mutui, con un’incidenza del 24,3% sul portafoglio crediti. Relativamente ai prestiti personali è invece la provincia di Rieti a far segnare la quota più elevata di contratti di credito, pari al 38,3%,e occupa il 14° posto nella graduatoria nazionale. Latina e Frosinone si posizionano in vetta alla classifica regionale rispetto all’incidenza dei prestiti finalizzati, facendo segnare rispettivamente un 49,5% e un 46,7% sul totale dei contratti di credito.

Per quanto riguarda la rata media pro-capite, il Lazio si colloca al 12° posto assoluto con rate da rimborsare ogni mese pari a 337 Euro. Entrando nel dettaglio provinciale spicca Roma che, con una rata media mensile pari a 407 euro, si posiziona al 20° posto assoluto nella graduatoria nazionale. Seguono ben distanziate Latina e Viterbo, rispettivamente con 329 e 326 euro.

Relativamente all’indebitamento medio, troviamo la Lombardia al primo posto del ranking nazionale, con 43.550 euro pro capite che ancora devono essere rimborsati, mentre il Lazio si colloca al 10° posto, con 33.560 euro. La provincia laziale con l’indebitamento medio residuo più elevato risulta essere Roma con 48.940 euro, che la colloca al 2° posto assoluto nel ranking nazionale. Al contrario, quella che risulta meno esposta è Frosinone, con un indebitamento medio residuo pari a 26.725 euro.