Bando per reti d’impresa su strada: necessaria la colaborazione con i comuni

Simone  Stefanini Conti

 

(NewTuscia) – VITERBO – orteRilanciare la competitività dei territori e gettare le basi per vere e proprie alleanze economiche in grado di rivitalizzare i centri del Lazio.   Questi gli obiettivi del nuovo bando regionale che mette a disposizione 10 milioni di euro a tutte quelle imprese pronte ad aggregarsi, formando quindi delle reti, che operano nel settore del commercio su strada.

Possono far parte di un soggetto promotore una pluralità di attività economiche su strada, tra le quali esercizi di vicinato, medie e grandi strutture di vendita (alimentari e non),   attività artigianali, mercati rionali, bar e ristoranti, musei, cinema, teatri, attività professionali e quelle economiche svolte su aree pubbliche; esclusi i centri commerciali e le aree commerciali integrate.  Le Reti possono essere di due specie, territoriali e di filiera, e il territorio di un singolo comune può contenerne più di una. Il finanziamento massimo erogabile per ciascun programma di Rete è pari a 100.000 euro.  Il termine per la presentazione delle domande è fissato al 30 settembre 2016.

Vincenzo Peparello, presidente di Confesercenti Viterbo, ha dichiarato in una recente intervista: ”Finalmente un bando che guarda allo sviluppo delle aziende e ne favorisce il processo di associazione favorendo il commercio di vicinato e l’artigianato di qualità.  È un’occasione molto importante, se pensiamo a quante attività imprenditoriali ci sono sul territorio che potrebbero mettersi insieme e realizzare un loro progetto finanziabile fino a 100 mila euro.  Come CAT/Confesercenti di Viterbo stiamo già favorendo la nascita di reti di imprese tra imprenditori del commercio, turismo, servizi e altre attività produttive, sia orizzontali-cioè sui territori- che per attività dichiara Vincenzo Peparello Presidente del CAT/Confesercenti di Viterbo già promotore di progetti e pubblicazioni inerenti lo sviluppo la riqualificazione ed il riposizionamento della rete commerciale turistica e dei servizi e per la riqualificazione urbana e dei centri storici.

La regione Lazio ha finalizzato un bando da 10 milioni di euro per «reti d’imprese» che riuniscano attività economiche su strada come negozi, artigiani, mercati, bar, musei, cinema e teatri coordinati dai Comuni per realizzare assieme servizi per i cittadini e per le imprese e iniziative promozionali e di marketing territoriale. L’avviso pubblico è stato presentato dal presidente dal governatore del Lazio, Nicola Zingaretti, e dall’assessore allo Sviluppo economico Guido Fabiani.  Presenti all’evento anche i rappresentanti delle associazioni di categoria, tra i quali Stefano Signori, presidente di Confartigianato imprese di Viterbo.

L’avviso pubblico, è  consultabile on-line dal 17 maggio al 30 settembre sul sito della regione Lazio e punta a finanziare almeno 100 «reti», coinvolgendo tra i 3.000 e i 5.000 esercizi di vicinato. Ogni rete d’impresa dovrà essere composta da almeno 30 esercizi di vicinato: negozi, botteghe, bar, ristoranti, mercati rionali, alberghi, cinema, teatri e potrà beneficiare di un contributo regionale fino a 100 mila euro.

Sintomatica è l’attività promozionale del CCN gli Archi di Orte che, trasformandosi in Rete d’Imprese e con una assidua collaborazione con l’Amministrazione comunale,  potrà essere incentivata dal bando regionale per un commercio a misura di consumatore e per un turismo a misura d’uomo. Il direttivo del Centro Commerciale Naturale “Gli Archi” di Orte, che associa la gran parte degli esercenti delle attività commerciali, artigianali, della produzione tipica e della ricettività, esprime viva soddisfazione per il provvedimento regionale per cui le reti di imprese potranno beneficiare con un contributo sino a 100 mila euro per finanziare interventi di miglioramento e riqualificazione  dei servizi comuni e per le vie e le piazze ove sono ubicati gli esercizi commerciali associati ai Centri Commerciali Naturali provvedimenti regionali il CCN di Orte, come le altre Forme associative di commercianti esercenti e artigiani associati a rete.  Dai provvedimenti regionali ci si aspetta una sostanziale propulsione e valorizzazione del commercio, dell’artigianato e delle attività ricettive e, di riflesso, degli eventi promozionali del territorio, patrocinate dal Comune di Orte: San Valentino e Orte Sotterranea, la Festa dei Santi Martiri, S, Sebastiano in Festa,  C’e’ carciofo e carciofo, l’Ottava D Sant’Egidio, Orte in Cantina, The Grove, oltre alle manifestazioni tradizionali nel corso dell’anno.

– Lo sviluppo e valorizzazione del territorio e del turismo del Comune di Orte attraverso le varie attivita’ coordinate come: 1) partecipazione ei vari progetti di valorizzazione urbana e turistica della Citta’; 2) l’inserimento di Orte nelle guide cartacee e on line oltre alla già sperimentata Guida Enogastronomica della Tuscia “A Tavola con gli Etruschi”  con la redazione di 5 menu turistici; 3) la stesura di progetti finalizzati alla migliore fruizione dei fondi regionali ed europei per i Centri Commerciali Naturali e le reti di attività commerciali.

– L’ideazione e realizzazione della “Carta Fedeltà CCN Orte” per incentivare la frequentazione degli esercizi associati da parte di concittadini e visitatori. – La partecipazione a tutti i convegni e giornate di studio di interesse economico e culturale per il territorio del comune di Orte ed alle manifestazioni in programmazione da parte del Comune di Orte e della Pro Loco. – La condivisione attraverso Facebook di tutte le attività promozionali postate dagli esercizi associati. Ricordiamo che il consiglio direttivo del  Centro Commerciale naturale  “Gli Archi” di Orte è composto  dalla presidente Maria Silvia Palozzi,  e come consiglieri da Raffaella Rosa (tesoriere), Alessia Palozzi,  Stefano Stefanini e da Barbara Vitali.   La finalità di tutte le  iniziative del CCN  è sintetizzata  nel motto: “ Il Centro Commerciale Naturale diffuso gli Archi di Orte: botteghe e artigianato a misura di consumatore, per migliorare l’accoglienza negli acquisti e nel turismo”.

L’Associazione Centro Commerciale Naturale “GLI ARCHI” Orte è nata nel 2011 dall’idea che l’Associazione Città Giardino per la qualità urbana – con il concorso del presidente del CAT Confesercenti di Viterbo, Vincenzo Peparello e tra gli altri del presidente di Confartigianato Imprese Stefano Signori –  ha proposto ai commercianti del comune di Orte che, unendo le risorse dei singoli, si ottenga la comunicazione più efficace allo scopo di potenziare la qualità di offerta e servizi, di incrementare l’affluenza di concittadini e visitatori negli esercizi del Comune di Orte, di  fidelizzare la clientela, incoraggiandola alla frequentazione degli spazi pubblici del nostro Comune.

Il Centro Commerciale Naturale di Orte intende attuare un sistema coordinato e integrato di imprese, prevalentemente commerciali, artigianali o di servizi, dedito alla realizzazione di una politica comune di sviluppo del territorio, con gli obiettivi prioritari quelli di progettazione e realizzazione di iniziative di animazione commerciale e di promozione turistica del territorio,  anche in coordinamento con altre realtà locali.

Con la gestione di una pagina Facebook e  di un sito internet si e’ inteso fornire informazioni sulle attività economiche associate, sulle iniziative dell’Associazione, sulle attrazioni culturali e artistiche della città, sugli orari di apertura ordinari e straordinari delle attività associate.   Altre finalità perseguite dal CCN Gli Archi di Orte sono quelle della realizzazione di campagne pubblicitarie mirate al lancio del Centro Commerciale Naturale e alla promozione delle attività associate, su tutto il territorio comunale, oltre alla progettazione e  realizzazione di sistemi di fidelizzazione della clientela e azioni per sostenere commercialmente determinati momenti dell’anno.