Regolamento toponomastica/proposta di modifica del consigliere Cor Carmine Camicia

(NewTuscia) – PERUGIA – umbriaIn qualità di vice Presidente della Commissione Toponomastica, ritengo necessario modificare il regolamento della commissione stessa –afferma il consigliere Camicia- in quanto, a mio avviso, nelle rotatorie nominate non devono essere inseriti elementi che possano confondere il nome delle stesse. Ad esempio nella Rotatoria dei Rimbocchi, intitolata a Papa Giovanni Paolo II, attualmente è stata collocata una fontana a forma di Grifo nominata Grifo rampante. Tale fontana anche se molto bella sembra fuori luogo e poco rispettosa nei confronti del Santo.

Altre modifiche sono state previste, come per esempio il fatto che le rotonde dovranno avere una segnaletica più chiara, o che i consulenti esterni, che fanno parte della commissione da qualche decennio, dovranno sostanzialmente coadiuvare la commissione, e per questo loro impegno gli sarà corrisposto un gettone di presenza pari a quello spettante ai Consiglieri Comunali.

 

Questo il testo integrale della proposta di modifica:

 

PROPOSTA DI DELIBERAZIONE CONSILIARE

 

Oggetto: MODIFICA DEL “REGOLAMENTO COMUNALE PER LA TOPONOMASTICA CITTADINA”.

PREMESSO CHE:

Il “regolamento comunale per la toponomastica cittadina e per la numerazione civica, dopo le recenti modifiche del 19/10/2015 ha necessità di essere rivisto;

 

CONSIDERATO CHE:

l’art 2 disciplina nel rispetto delle norme legislative e delle disposizioni ministeriali, la denominazione delle aree di circolazione, compresa la numerazione civica nonché parchi, aree verdi, giardini, scuole, monumenti, lapidi, edifici pubblici e rotonde di rilevante e sociale utilità.

Si propone integrare art 2,

di regolamentare la targa viaria relativa all’Onomastica  per tutte le rotonde nominate, le quali dovranno essere dotate di cartelli che segnalano il nome della rotatoria almeno per ciascuna intersezione intorno alla stessa, al fine di dare la possibilità a tutti coloro che la percorrono di conoscere il nome esatto della stessa.

 

Si propone,

altresì, che la rotonda, una volta nominata, non debba essere dotata di elementi che possono confondere il nome della stessa, ad esempio la rotonda dei Rimbocchi nominata “Giovanni Paolo II°”, nella quale attualmente è stata collocata  una fontana a forma di “Grifo”, denominata  “Grifo Rampante”, che crea dubbi sul nome esatto della rotonda stessa.

 

Si propone di modificare l’art. 5 del Regolamento di Toponomastica come segue:

La Commissione è composta da n. 5 Membri effettivi più n. 6 Esperti esterni, denominati Consulenti.

La Commissione è presieduta dal Sindaco o da un suo delegato, che può essere l’Assessore con delega agli adempimenti topografici ed ecografici ovvero un Consigliere Comunale. Il Presidente può nominare tra i membri interni della Commissione un Vicepresidente.

La Commissione è composta da membri interni all’Amministrazione Comunale.

Sono membri interni:

– n° 5 Consiglieri Comunali, di cui n. 3 della Maggioranza e n. 2 della Minoranza, nominati dal Consiglio Comunale con apposito atto;

 

Sono considerati Consulenti esterni, non aventi diritto al voto:

un rappresentante indicato dall’Accademia di Belle Arti di Perugia;

un rappresentante indicato dall’Associazione “Italia Nostra”;

un rappresentante indicato dalla Deputazione di Storia Patria;

un rappresentante indicato dall’Università degli Studi di Perugia;

un rappresentante indicato dall’Associazione culturale cittadina “FAMIGLIA PERUGINA”.

Funge da segretario un funzionario designato dal Dirigente dell’Unità Operativa cui fa capo l’Ufficio Ecografico.

Modifica Art. 11 – gettone di presenza:

Ad ogni membro della Commissione e a ciascun componente esterno, come da art. 5 del Regolamento, è corrisposto un gettone di presenza pari a quello spettante ai Membri delle Commissioni Consiliari per la partecipazione a ogni seduta.