Un’idea per Cellere: “Un paese abbandonato e solo. Dove sono le promesse elettorali?

(NewTuscia) – CELLERE – Amare la propria cittadina è sempre al centro dei pensieri dei rappresentati della lista Un’idea per Cellere. Non conta non essere in consiglio comunale, anzi, forse proprio da fuori, da cittadini, ci si rende conto delle tante cose che non vanno.

“Amiamo troppo Cellere per restare in silenzio – precisano dalla lista – e speriamo che coinvolgere l’opinione pubblica serva ad ottenere risultati. Non cerchiamo di metterci in luce, al contrario mettiamo in luce le grandi contraddizioni con un’amministrazione che si annunciava come quella della pulizia e del decoro. Forse erano solo promesse, perché ne abbiamo tante prove”.

Basta girare per in paese per comprendere quanta scarsa attenzione ci sia proprio sul decoro pubblico e sulle bellezze architettoniche, anche quelle simboliche, come il Fontanone. In bella mostra al centro della piazza, trascurato da mesi, sta praticamente diventando una piccola giungla. La parte alta della fontana in peperino è completamente coperta da muschio e vegetazione, situazione scaturita dall’incuria, perché la precedente amministrazione la ripuliva ogni 20/30 giorni, cosa che evidentemente non succede ora.

Non solo, girando tra le vie non è difficile imbattersi in cartelli stradali o indicazioni fuori regola. Un esempio? La fermata Cotral che da mesi, ancora una volta da mesi, ha il cartello rotto, posato timidamente a terra. In questo modo si confondono i turisti, sempre se al Comune ne desiderano, e soprattutto non si offre un servizio.CellereDiscarica

Mesi di incuria, talvolta anni, come per la discarica scoperta nel 2012 a seguito dell’alluvione. Al tempo l’amministrazione intervenne per tamponare l’emergenza, non potendo fare altro per motivi economici, Inoltre l’area è privata, ma da allora non è stato fatto nulla, è rimasta la recinzione di emergenza che si sta deteriorando rischiando di diventare pericolosa. Anche in questo caso il Comune potrebbe pretendere la sistemazione. E non succede nulla.

Un ultimo esempio, ma ne verranno altri, in seguito: il parcheggio all’ingresso del paese si sta trasformando in una campetto verde. Erbacce spuntano ovunque, specie dove dovrebbero esserci i posti per le auto, e nei bordi la vegetazione si sta man mano appropriando dell’area, creando anche danni al fondo stradale, aumentando così i futuri costi di sistemazione.

“Tutto questo dimostra che aCellereCartelloll’amministrazione Giustiniani non interessa la manutenzione – concludono dalla lista civica – nonostante quanto detto in campagna elettorale. Siamo qui per ricordare che alle promesse devono seguire i fatti, altrimenti sarete capaci solo di fare male a Cellere”.
CellereFontanone