Montefalco: Coniugare la conservazione del paesaggio umbro con la vitalità economica, nel rispetto dei principi della sostenibilità: è la Wildlife Economy, il Nuovo Paleolitico

(NewTuscia) – MONTEFALCO – Un  incontro dove pittura, fotografia, musica, cultura e scienza si uniscono per celebrare la bellezza del paesaggio umbro, ma anche per promuovere modalità per coniugare la conservazione con la vitalità economica, nel rispetto dei principi della sostenibilità. Una di queste è la Wildlife Economy, il Nuovo Paleolitico che sarà illustrato nel corso dell’incontro “Passeggiata nel paesaggio umbro” in programma venerdì 29 luglio alle 17 al Complesso Museale di San Francesco.

Dopo i saluti del sindaco Donatella Tesei, l’incontro sarà aperto con la visione delle slide show di fotografie naturalistiche di Chiara Proietti e si prosegue con gli interventi di: Luigi Gambacurta su “Il paesaggio montefalchese dipinto da Benozzo Gozzoli nell’abside della chiesa di San Francesco”; Doretta Canosci su

“Guardare per capire: come interpretare i “segni” del paesaggio umbro”; Bernardino Sperandio sul tema “La fotografia del paesaggio olivetato nella fascia compresa fra Assisi e Spoleto”; Bernardino Ragni su “Wildlife economy. Nuovo paleolitico”. Seguirà il dibattito moderato da Antonio Boggia per terminare con un aperitivo al museo.

In occasione dell’incontro dalle  17 alle 19.30 si svolgerà un laboratorio gratuito per bambini.

La partecipazione all’incontro da parte di iscritti all’ordine dei dottori agronomi e forestali è valida per il riconoscimento di 0,25 crediti formativi professionali.

L’evento è promosso dall’Università degli studi di Perugia, Dsa3, Comune di Montefalco, Comune di Trevi, Sistema Museo, Villa Fabri, Care, Envinet e dal Cesar.