Riscossione pagamenti in mora: Rinnovamento Vitorchiano non condivide il metodo del sindaco Grassotti

(NewTuscia) – VITORCHIANO – Sarebbe dovuta Iniziare nel segno della “discontinuità” l’amministrazione Grassotti ed a dire che in occasione del consiglio comunale tenutosi il 18.07 u.s. l’assessore Federico Cruciani in uno dei suoi interventi affermava  con decisione la differenza  tra l’amministrazione Olivieri e l’attuale ; chi meglio di lui con ragion di causa avendo fatto parte (con la D.ssa Annalisa Creta) anche della precedente può affermare una cosi sacrosanta speranza ,  i termini di paragone di certo non gli mancano.

L’argomento in questione è la riscossione dei pagamenti in mora.

rinnovamento vitorchianoUn tema così  delicato che merita un’ approccio, una analisi, una risposta  particolarmente ponderata che  una comunità relativamente piccola come la nostra può ancora permettersi ,contrariamente  a quanto accadrebbe se dato mandato ad  una agenzia esterna che adotta  metodi , se pur equi, ma standardizzati ed insensibili alle personali situazioni .

 

Abbiamo già manifestato tutte le  nostre perplessità  con una nostra  istanza ( prot. n. 7895 del 23.07.16 )

indirizzata al Sig. Sindaco Ruggero Grassotti  nella quale invece consideravamo e suggerivamo tutt’altra soluzione, più precisamente:

 

  • Premettiamo che in passato tale scelta non ha dato i risultati sperati;

 

  • La mancata riscossione dei pagamenti , in molti casi potrebbe essere determinata da reali difficoltà economiche dei debitori; per questo motivo riteniamo che un approfondimento e verifica delle singole situazioni sia dovuta. Ciò non significa “un azzeramento delle posizioni debitorie di taluni a imparziale discapito di altri”, ma una analisi e proposta di sanatoria personalizzata che non metta nessuno nelle condizioni di dover scegliere se ottemperare ad un obbligo fiscale o soddisfare altre esigenze “ primarie”.

E’ovvio che il discorso non vale per i “furbetti o distratti”.

 

  • L’attivazione di uno sportello per la conciliazione tributaria, attraverso il personale dipendente , consentirebbe una più “riservata e accordata soluzione della posizione”, evitando  magari  condizioni  capestro ma bensì sostenibili.

Certamente andrebbe riconsiderato  l’impegno dell’attuale organico interno, oggi (come ieri) impegnato anche  in rapporti di collaborazione con altri enti.

Prima di optare per un incarico ad una Agenzia esterna di Recupero Crediti   , si potrebbe se proprio necessario, considerare la possibilità di potenziare l’ufficio comunale preposto con ulteriore personale di supporto, a contratto di collaborazione a progetto da affidare a Vitorchianesi che ne abbiano le competenze.

 

  • Attivare il sistema del baratto amministrativo.

Ad oggi non abbiamo ricevuto alcun riscontro alla nostra istanza ne tantomeno possibilità di discussione informale per le vie brevi.

Confidiamo nella possibilità di poter ancora dibattere la questione con i rappresentanti della maggioranza e non mancheremo di insistere con fermezza sulla nostra proposta.

I consiglieri di minoranza Lista Civica Rinnovamento di Vitorchiano

Il Presidente di Rinnovamento Paolo Salotti