La nuova vesta grafica di NewTuscia: impegno assiduo e rispetto dei lettori

Stefano Stefanini

(NewTuscia) – VITERBO – In questi giorni stiamo vivendo come redazione di Newtuscia un momento importante ed esaltante di cambiamento nella veste grafica del quotidiano, più agile e rispondente alle esigenze comunicazionali dei lettori che ci hanno sostenuto in questi anni con un’ attenzione e una considerazione sempre crescenti.

L’impegno assiduo di Gaetano Alaimo, di Maurizio Fiorani, di chi scrive e di tutta la giovanissima e intraprendente Redazione stanno concretizzando buoni frutti.

Come più volte sottolineato dall’ amico Gaetano la multimedialità, la diversificazione tra  articoli e webTV, l’estensione e penetrazione territoriale a nuove cittadine dell’Umbria e della Toscana, oltre che della Tuscia, l ‘integrazione tra cronaca, approfondimento tra l’attualita’  politico amministrativa, la cultura,  la moda , il mondo economico, la scuola, le tradizioni e la sempre più ampia pagina sportiva saranno gli strumenti più efficaci per fornire ai lettori di ogni età un servizio d’informazione qualificato e obbiettivo.

Del resto la nostra assidua linea editoriale ha sempre mirato a creare una comune identità e un dialogo di integrazione tra Viterbo capoluogo, l’area litoranea, la Cimina e i laghi, le zone di confine con la Toscana e l’Umbria, la Teverina , l’area fallisca di Civita Castellana, come comunità e territori che condividono comuni radici di storia e di cultura.

La nuova veste grafica di Newtuscia riporterà con una più facile leggibilità le informazioni e le tematilogo-newtusciache delle citta’ per migliorare i rapporti tra i cittadini, le istituzioni comunali, la regione, il mondo della formazione, le realtà produttive, sociali e del volontariato.

Cercheremo di essere sempre più puntuali nell’informazione, obiettivi nei giudizi, attenti alle questioni dei cittadini, in questa dimensione la nostra indipendenza ormai decennale costituisce una garanzia di professionalità e servizio ai lettori ed ai teleascoltatori.

Il nostro successo e’ come sempre legato al sostegno commerciale di tanti operatori economici,male categorie professionali e imprenditoriali che sono ospiti delle nostre rubriche giornalistiche e radiotelevisive  e che ci affidano sempre più numerosi i loro messaggi promozionali.

Noi crediamo da sempre che la nostra professione giornalistica avrà un futuro solo attraverso la riscoperta della sua utilità sociale e della capacità di sollecitare rispettosamente le coscienze dei lettori sui temi della vita quotidiana, delle famiglie, dei minori e della tutela della qualità della vita e dell’ambiente.

Come redazione, formata in gran parte da giovanissimi operatori, dobbiamo maturare questa consapevolezza, impegnandoci  per  reinventare  il nostro ruolo al servizio delle comunità, e imparare a far buon uso di tutti gli strumenti che le nuove tecnologie ci mettono  a disposizione, che consentono di costruire con i lettori tele-radio ascoltatori un rapporto basato sulla fiducia e la credibilità.

I giovani della generazione digitale vanno invitati a considerare la comunicazione digitale come strumento di miglioramento delle relazioni umane.

In particolare la “nuova comunicazione” che vogliamo mettere in pratica sarà  positivamente orientata verso i  giovani della “generazione digitale” che dispongono del grande potenziale della comunicazione, ma non devono tralasciare il valore insostituibile delle relazioni umane.  L’informazione e la comunicazione tecnologicamente più avanzata per noi devono  promuovere atteggiamenti di dialogo solidale nelle nostre città,  ispirate comunque dal rispetto tra diverse visioni della vita, religioni, culture, etnìe, opinioni politiche, nella vita familiare, interpersonale,  come in quella pubblica.

In questa nuova avventura buon lavoro a Gaetano e a Maurizio  alla nostra Redazione e buona lettura a voi !