PERUGIA, Borghesi e Mirabassi: “La maggioranza di Governo vota contro se stessa”

(NewTuscia) – PERUGIA – Nella seduta di ieri del Consiglio Comunale, in fase di discussione della variazione di bilancio, è stato discusso un emendamento ad un emendamento del Sindaco già approvato in sede di bilancio previsionale con il quale quest’ultimo chiedeva, giustamente, di inserire un contributo di 50.000 euro per il pagamento dei materiali già utilizzati per la costruzione della struttura polivalente dell’area verde di Santa Sabina, area verde e struttura entrambe di proprietà comunale, la cui realizzazione era stata definita nel 2013 dalla precedente amministrazione.

Comune di Perugia
Comune di Perugia

Con l’emendamento approvato ieri dalla maggioranza, presentato dal Consigliere Comunale Tracchegiani, al contrario di quanto deliberato in sede di bilancio preventivo, si è ridotto l’importo del contributo da 50.000 a 30.000 euro. Si tratta di un atto di una gravità inaudita: tale importo infatti sarebbe servito al pagamento di una parte dei materiali che l’associazione territoriale ed i cittadini hanno utilizzato per realizzare la struttura della zona, per un importo totale complessivo di circa 400.000 euro.

Questo contributo avrebbe rappresentato soltanto una parte dell’importo complessivo definito a suo tempo dall’amministrazione precedente. Infatti l’associazione del territorio, i cittadini e diversi altri soggetti, sono in realtà gli attori principali che hanno permesso, anche anticipando una parte del totale, grazie quindi alla loro generosità e al loro dinamismo, di costruire una delle strutture più importanti, se non la più importante del comune di Perugia. Appare evidente quindi che è anche con il lavoro del volontariato che si è realizzato un prezioso punto aggregativo, che ormai ad oggi è un vero punto di riferimento della città.

Si tratta dell’ennesimo esempio di come i proclami della maggioranza, riguardanti il sostegno alle associazioni, sono in realtà ben diversi dai fatti concreti. Oltre il danno la beffa: ad aggravare la situazione vi è anche il comportamento, senza dubbio discutibile, del Vice Sindaco. Nei giorni scorsi infatti, Barelli ha incontrato esponenti della realtà territoriale ed associativa di Santa Sabina (dove era presente anche il Presidente dell’Arci locale Cristiano Gatti e non ha avuto nemmeno il coraggio e la sensibilità di annunciare che era intenzione di Sindaco e della maggioranza ridimensionare notevolmente il contributo concordato per la zona (numeri alla mano si tratta di un decremento del 40%) al fine di evitare di affrontare proteste e polemiche.

Le associazioni si sostengono con i fatti e non solo con gli slogan. Quanto accaduto oggi in Consiglio Comunale ne è un esempio che purtroppo rompe un rapporto di fiducia e di collaborazione con la realtà associativa di Santa Sabina e crea un precedente grave: appare evidente infatti che il Comune risulta essere inaffidabile rispetto agli impegni assunti.