DIRITTI CIVILI, BERLENGHINI STRIGLIA IL SINDACO MICHELINI: “SINDACO, I TEMPI IMPONGONO CHE TI ADEGUI”

“I Diritti Civili sono l’insieme delle  libertà  e delle prerogative garantite alle persone fisiche.direttore_gaetano_alaimo2_201307111152708_zbwmrkcgcxpfnmgv93g6cvt0s

Non riguardano solo il singolo individuo, ma possono estendersi alle organizzazioni di cui il cittadino fa parte. Possono configurarsi quindi come tutele basilari della persone, garantite, oggi, in primo luogo dalla Costituzione e disciplinate dalle legge.” 

Detto questo  è di difficile comprensione quanto sta accadendo nel nostro comune.

In questo paese  abbiamo sempre il cattivo gusto di far diventare una questione civile come braccio armato  di questa o quella formazione politica, tanto per poter mettere le bandierine, sia in caso di vittoria “ ..bravo sono stato io..” o nel caso di aver perso..” .. ma io sono con la minoranza.”

Queste battaglie, come tante altre che incidono sulla vita della comunità,  devono essere combattute con il presupposto che  ..NON SONO QUALCUNO.. ma di tutti 

I nostri Amministratori, a tutti i livelli dal Comune al Governo, sanno perfettamente che i cittadini li hanno votati perché siano le persone che debbono dare l’esempio  e soprattutto che facciamo  rispettare le norme, le regole le leggi e  dove non vi siano si preoccupino di farle.

Sig. Sindaco lei è la massima autorità vorrei rammentarle  che il suoi compito primario è la salvaguardia  di tutti.. in questo caso ci sono tante  associazioni che parlano e che sappiamo essere ampiamente tutelate ma il suo sguardo deve andare dove queste tutele non ci sono.

Chi sono questi signori che si permettono di esprime pareri e si ergono a rappresentati di  tutta la cittadinanza?? Per affermare certi concetti. Il mondo è cambiato, ne abbiamo prova ogni giorno, tanto che lo stesso Papa se ne è reso conto avvicinandosi a persone che vivono fuori  le convinzioni che hanno accompagnato la Chiesa in questi anni..  

Sig. Sindaco come cittadina pretendo che chi mi governa sia in grado di darmi tutele ove non ci sono, come in questo caso e abbia la buona creanza di mettermi nelle condizioni di avere strumenti  LEGALI, non di altra natura, per poter affrontare quelle  difficoltà personali di ognuno di noi e che nessuno entri nella mia sfera privata, per questo VOGLIO avere le possibilità di scegliere come fanno gli altri della propria  vita..  e devo sapere che 
qualsiasi sia,  ho la possibilità di attuarla.

Il suo compito è di Amministratore, non di giudicare o lasciare agli altri di farlo.. non le è richiesto.. per questo si è presentato  davanti agli elettori, i suoi convincimenti personali sono da rispettare ma deve per primo, visto il suo ruolo, rispettare quelle degli altri. 

Nel contesto storico in cui ci troviamo è necessari un cambio di passo .. una apertura che hanno già tutti gli amici degli stati europei  vicini e non solo  un gesto politico che dia un significato di progresso, di modernità, sui  diritti che appartengono a tutti gli esseri umani.
John Locke sosteneva che i diritti naturali della vita, della libertà e della proprietà debbono essere tramutati in diritti civili e protetti dalla Stato sovrano tra gli aspetti del contratto sociale.

SAPERE AUDE
Patrizia Berlenghini
Cittadina democratica

Gaetano Alaimo

Giornalista iscritto all'Albo dal 2002. Ha collaborato al Messaggero di Viterbo per 4 anni. Ha diretto prima Ontuscia.it e dal 2008 dirige NewTuscia.it. A Tele Lazio Nord conduce "Luce Nuova sui fatti", trasmissione settimanale di approfondimento tematico in onda il giovedì alle 21