VENERDÌ L'AUTOPSIA SULLA DONNA RINVENUTA NEL CONGELATORE

01/03/2016 : 08:37
(NewTuscia) - RONCIGLIONE - Venerdì l'autopsia su Rossana Bramante, la donna trovata nel congelatore, nella sua casa a Ronciglione.

Si cerca così di individuare le cause della morte di questa donna nata a Tunisi da genitori italiani immigrati che, dal 2009 circa, viveva nella cittadina della Tuscia.

Il suo corpo dentro un sacchetto nero della spazzatura, non a pezzi, ma integro, potrebbe essere stato nel congelatore da almeno 12 mesi.

Ora sono gli inquirenti che dovranno accertare se sia morta in seguito ad un omicidio, per cause naturali o per una caduta.

Stretto riserbo e bocche cucite.

La scoperta del corpo della povera donna risale a domenica scorsa quando i carabinieri sono stati avvisati del ritrovamento nel congelatore dell'abitazione della vittima,  in via dell' Ospedale consorziale.

Rossana Bramante, invalida civile, potrebbe essere stata tramortita con un oggetto contundente è  forse morta dopo, nel congelatore.
Tutte ipotesi al vaglio dei carabinieri del Nucleo investigativo.

La donna aveva una figlia che vive in America ed un fratello ricoverato in una clinica.

Ronciglione e la Tuscia, profondamente scosse da questa tragica vicenda, aspettano che i carabinieri facciano presto luce.

Coordina le indagini il pm Fabrizio Tucci. 
 
Condividi
Cop. 2016 NewTuscia - Edit.: ASD. Nuova Tuscia P.I.: 02082380565 - Autor. Trib. VT n. 13/08 del 17/09/2008 - REA: 151534
[tmp: 0,38] [01/07/2016 22:36:12]