FESTIVAL “QUARTIERI DELL'ARTE” 2011 PRESENTAZIONE DEL PROGETTO “CAPOLAVORO SCONOSCIUTO”

27/12/2011 : 14:37

 (NewTuscia) – TUSCANIA - “Il capolavoro sconosciuto” costituisce una specie di leggenda letteraria. Artisti e intellettuali sono stati ossessionati da questo racconto di Honorè de Balzac. Pablo Picasso stabilì il suo studio presso l’indirizzo parigino in cui è ambientata la storia. Cezanne, Henry James, Baudelaire, Rilke, Croce, Hofmannsthal, Italo Calvino hanno scritto su questa “tragedia in narrativa” del processo artistico, incentrata sui tentativi della pittura di ricreare la vita sulla tela, e sul suo protagonista , Frenhofer, un genio travagliato, una specie di figura sovrumana  che anticipa l’astrattismo e l’informale.

L’incontro del 27 dicembre alle 16,00 presso la Galleria Piane di Bronzo di Tuscania (Località S. Pantaleo, Strada Provinciale Vetrallese Km 15,900) organizzato dal Festival “Quartieri dell’Arte” e da Tuscania d’Arte,  sarà l’occasione per vedere la prima fase del lavoro che Gian Maria Cervo, già autore in residenza della  Deutsches Schauspielhaus in Hamburg, ha svolto per dare  vita teatrale al racconto balzachiano. Cervo ha fatto ricorso sia a elementi della performance artistica che a una tecnica elisabettiana di costruzione del personaggio.  “Ho usato un connubio esitazione-coscienza –dice Cervo- per creare un Frenhofer che pone costantemente in questione la propria volontà e quindi anche i propri obiettivi e che di conseguenza trascende il testo che lo contiene. Del resto Frenhofer è gigantesco anche nel testo di Balzac. Tanto per cominciare è l’unico pittore immaginario a popolare il racconto. Gli altri due pittori, Porbus e Poussin sono figure storicamente esistite.”

A presentare il primo quadro del testo di Cervo ci saranno Vito Mancusi, regista del futuro allestimento, che interpreterà Poussin e Massimiliano Vado che vestirà i panni del pittore Porbus. Cervo leggerà il ruolo di Frenhofer.

“La nostra intenzione iniziale era quella di mettere in scena l’intero testo- dice ancora Cervo- ma poi ho iniziato a parlare con una grande attrice del nostro teatro e del nostro cinema dell’ipotesi che lei interpretasse il ruolo di Frenhofer en travesti. E le conversazioni sono ancora in corso. E poi per una serie di curiose coincidenze che mi sono capitate e che sarebbe troppo lungo spiegare mi piacerebbe proporre la prima assoluta del mio testo nell’atelier di Cy Twombly a Gaeta. Vorrei contattare la famiglia dell’artista per capire se l’atelier è rimasto com’era. Quartieri dell’Arte è un laboratorio oltre che un festival. Se scopriamo che un progetto può avere delle evoluzioni inaspettate interessanti e possiamo rinviarlo, lo facciamo senza paura.”

Gian Maria Cervo è autore dei testi teatrali "Penetrazioni" (1995), "Del mio globo distratto" (1998), "Nihil" (trilogia di atti unici brevi 1999-2002), "Fantomas a Roma" (2004), "Antigone-mdf-" (2005), "V" (2005), “Vi” (2006) "L'uomo più crudele" (2006), “Il ragazzo con l’albergo” (2007- da Goldoni), “Dal naso al cielo” (2007- da Pirandello) rappresentati e proposti da alcuni dei maggiori teatri, festival e media italiani ed internazionali (tra questi il Piccolo Teatro, Milano,  il Festival Benevento Città Spettacolo, il Teatro Gobetti- Teatro Stabile di Torino- Torino,  il Nuovo Teatro Nuovo, Napoli, il Teatro Eliseo, Roma, il Teatro Vascello, Roma, il Teatro Olimpico, Roma , il Teatro Palladium, Roma , Teatri di Vita, Bologna, Radio RAI- Radiotelevisione italiana-, i Festival Tramedautore e La Fabbrica dell’Uomo, Milano il Festival Sitges Teatre Internacional, Spagna, lo Schauspiel Essen, il Warehouse Theatre, Londra, Kasino del Burgtheater, Vienna) . Nella stagione 2001-2002 è stato autore in residenza, con Dejan Dukovski e Roland Schimmelpfennig, della Deutsches Schauspielhaus, il Teatro Nazionale di Amburgo (Germania). Nel 1997 ha fondato il Festival "Quartieri dell'Arte" (di cui è attualmente direttore artistico) per la promozione della drammaturgia contemporanea in Italia e per il recupero di testi antichi poco o mai rappresentati (soprattutto per motivi di censura). Svolge un' intensa attività di traduttore (ha curato, tra l'altro, le versioni italiane di opere di Tony Kushner, Sarah Kane, Doug Wright, Enda Walsh, Peter Gill, Dennis Kelly), consulente letterario e docente di drammaturgia. Recentemente ha ricevuto una commissione nell’ambito del progetto MELEZ per Essen Capitale Europea della Cultura 2010. E’ docente tutor del corso di sceneggiatura presso il Centro Sperimentale di Cinematografia- Scuola Nazionale di Cinema Roma.

 

 

 

Condividi
Cop. 2012 NewTuscia - Edit.: ASD. Nuova Tuscia P.I.: 02082380565 - Autor. Trib. VT n. 13/08 del 17/09/2008 - REA: 151534
[tmp: 0,05] [26/10/2014 06:57:05]