Obbligo di indossare all’aperto dispositivi di protezione delle vie respiratorie, il sindaco arena firma l’ordinanza

NewTuscia – VITERBO – Il venerdì, sabato e domenica, e nei festivi e prefestivi dalle ore 9 alle ore 2 del giorno successivo. Negli altri giorni dalle ore 9 alle ore 20
Dal prossimo 6 dicembre al 9 gennaio 2022, nei centri abitati del territorio di Viterbo, nei luoghi all’aperto, è fatto obbligo di indossare i dispositivi di protezione delle vie respiratorie con le seguenti modalità: nei giorni di venerdì, sabato e domenica e tutti gli altri festivi e prefestivi dalle ore 8 alle ore 2 del giorno successivo; negli altri giorni dalle ore 8 alle ore 20.
Questo quanto riportato nell’ordinanza contingibile e urgente firmata dal sindaco Giovanni Maria Arena questa mattina, in attesa di pubblicazione.
“L’ordinanza entrerà in vigore da lunedì 6 dicembre – spiega il sindaco Arena -. Già da giorni, in più occasioni, avevo anticipato questo provvedimento. La parola d’ordine di questo periodo di festività natalizie deve essere prevenzione. I dati nazionali registrano un incremento dei contagi. E Viterbo è in linea con tali dati. Degli odierni 119 nuovi positivi in tutta la provincia, la nostra città ne conta ben 38. I numeri di questi giorni sono abbastanza preoccupanti, che ci fanno ricordare quelli registrati nei mesi scorsi, durante l’ultima ondata. Le indicazioni del Governo, del presidente della Regione e del prefetto di Viterbo sono chiare. Prudenza. Soprattutto in questo periodo, soprattutto nei luoghi di aggregazione, e in occasione di eventi e manifestazioni.
Prevenzione e prudenza – raccomanda ancora il sindaco -. Al di là dei vaccini, che ad oggi sono la principale forma di protezione verso questo virus, dobbiamo indossare la mascherina e rispettare tutte le altre misure previste. Viviamo il Natale, ma facciamolo in sicurezza. Nel rispetto della nostra salute e di quella degli altri”. Infine, un passaggio sui controlli. “Saranno intensificati i controlli sul territorio da parte della polizia locale e delle altre forze dell’ordine”. A tal proposito, si ricorda che in caso di inottemperanza dell’ordinanza, saranno applicate le relative sanzioni previste dalla vigente normativa.