“Arma dei Carabinieri di Rieti. Una struttura posta a “protezione” dell’intero territorio”

CARABINIERI DI RIETI ADDETTI AL SUPPORTO LOGISTICO/AMMINISTRAITVO. UOMINI CHE LAVORANO DIETRO LE QUINTE PER CONSENTIRE AI REPARTI DELL’ARMA DELLA PROVINCIA DI OPERARE QUOTIDIANAMENTE NELLE MIGLIORI CONDIZIONI AL FINE DI GARANTIRE LA SICUREZZA DEI CITTADINI.

NewTuscia – RIETI – Si dice che i migliori eserciti del mondo siano quelli che hanno percepito l’importanza della logistica, quelli che per ogni soldato “operativo” prevedono l’impiego di un congruo numero di persone (militari/civili) che lavorano per supportarlo in ogni circostanza e per ogni esigenza. Il riferimento è chiaro: donne e uomini che lavorano dietro le quinte per garantire la piena efficienza della struttura.

Un’organizzazione complessa ed articolata. Così il Colonnello Bruno Bellini, Comandante Provinciale, ha definito in più occasioni l’Arma dei Carabinieri della provincia di Rieti. Una struttura posta a “protezione” dell’intero territorio nata, cresciuta, sviluppata e modellata negli anni, per garantire la sicurezza dei cittadini anche nelle più piccole frazioni periferiche.

L’evoluzione dei tempi, la progressione della tecnologia, dei sistemi di comunicazione e conseguentemente del tenore di vita della popolazione, soprattutto negli ultimi anni hanno comportato una impennata improvvisa e soprattutto una mutazione delle esigenze concrete del cittadino. L’Arma, nonostante la veloce evoluzione della società è riuscita a rimanere al passo con i tempi adeguando velocemente risorse materiali (mezzi, apparati e reti) e metodi d’impiego, grazie soprattutto agli addetti alla logistica. Presso il Comando Provinciale di Rieti svolgono tali funzioni:

Addetti alla Sezione Amministrativa: Luogotenente Carica Speciale Pasquale Martini, Maresciallo Maggiore Alessandro Filippi, Appuntato Scelto Qualifica Speciale Emiliano Aleandri e Sig. Giovanni Filippi – Dipendente civile del Ministero della Difesa, Carabiniere in congedo.

Addetti alla della rete telematica e delle comunicazioni: Vice Brigadiere Pietro Monaco e Vice Brigadiere Sandro Calabrese.

Addetti alla manutenzione dei mezzi: Brigadiere Capo Franco Mallia e Appuntato Scelto Qualifica Speciale Franco Chiarini Petrelli.

Addetti al parco automezzi e ai carbolubrificanti: Appuntato Scelto Qualifica Speciale Roberto D’Intino e Appuntato Scelto Qualifica Speciale Mauro Giorgi.

Un numero esiguo di militari, esperti e con anni di esperienza nei rispettivi settori, a disposizione del personale quotidianamente impegnato nel “controllo del territorio”, per altro in linea con la policy attuata dall’Arma dei Carabinieri su scala nazionale: soltanto il 3% dell’organico totale. Un impiego minimo di qualificate risorse umane per assicurare il massimo supporto logistico/amministrativo/burocratico alla componente operativa. E’ anche attraverso la valorizzazione delle risorse impiegate a supporto del personale impiegato “su strada” che passa l’efficienza di una organizzazione preposta ad un settore delicato quale quello della sicurezza pubblica.