“R…estate in gioco 2.0”

NewTuscia – VITERBO – Con l’inizio dell’anno scolastico si sono concluse le 12 settimane di attività del centro estivo “R…estate in gioco 2.0” nel quale sono state svolte 420 ore di attività nell’oratorio della Parrocchia Santa Maria delle Farine a Viterbo.

L’idealizzazione del progetto prende forza dall’unione di tre enti che operano nella città di Viterbo: la Parrocchia Santa Maria delle Farine ha garantito la cura degli spazi e la disponibilità del materiale per le attività, l’Associazione Murialdo Viterbo-ODV ha coordinato le attività nel rispetto delle norme anti-Covid e curato la formazione dei volontari, provenienti anche dall’Istituto San Pietro.

Abbiamo accolto 208 ragazzi in tutto dai 5 ai 14 anni, dando sostegno a 153 famiglie. Tutto ciò è stato possibile grazie al coordinatore che ha unito le energie di 19 animatori maggiorenni e di 45 aiuto animatori minorenni. Dato che, per contingentare i ragazzi, eravamo sempre divisi in tre gruppi, sono state pensate e organizzate tutte le attività parallelamente triplicate con uno sforzo ovviamente triplo. Nonostante questo sono state organizzate 33 gite tra piscina, Monti Cimini, Azienda Agricola Fiorucci e centro storico di Viterbo.

Diversi sono stati i laboratori attivati: cucina, ballo, arte, teatro, rugby, baseball, calcio, tiro con l’arco con Compagnia Arcieri Viterbiensis, bocce con l’ASD Bocciofila Viterbese. Grazie alla Croce Rossa Italiana di Viterbo per la dimostrazione delle loro attività ai ragazzi. Nell’ultima settimana è venuto anche a trovarci lo Staff del progetto REA con i due cani Murphy e River che hanno interagito con i ragazzi. Esperienza breve ma intensa di Interventi Assistiti con gli Animali.

Il titolo del progetto rispecchia l’intento degli organizzatori di non “accontentarsi” e “accomodarsi” all’attuale situazione di pandemia che ha portato per la seconda estate seri problemi nella gestione di attività associative (a causa di distanziamento, uso della mascherina e necessità di continue sanificazioni). I bambini e gli adolescenti non possono aspettare: la vita non aspetta! Proprio nei momenti difficili è più che un dovere sostenere le iniziative aggregative, duramente penalizzate dalla pandemia. Scalda il cuore che ci siano ancora tanti bambini e ragazzi che sorridano, che ci siano tanti adolescenti e giovani che offrano il loro tempo e che il volontariato non sia sfumato nelle diverse paure del futuro provocate dal Covid.

Il progetto “R…estate in gioco 2.0” è stato sostenuto dalla Fondazione Carivit tramite il Bando Welfare di Comunità. È stato un contributo importante perché ha dato sicurezza nella fattibilità dell’iniziativa e ha permesso di realizzare le attività senza appesantire economicamente le famiglie che hanno bambini e ragazzi a loro carico.

 

ASSOCIAZIONE MURIALDO VITERBO ODV

PARROCCHIA SANTA MARIA DELLE FARINE