Sospeso lo stato di agitazione del Comune di Terracina dopo l’incontro presso la Prefettura

 

Terracina

NewTuscia – TERRACINA – Si è svolto presso la Prefettura di Latina il tentativo di conciliazione alla presenza di S.E. il Prefetto di Latina Dott. Maurizio Falco, il Dirigente Sindacale della CISL FP di Latina Dott. Raffaele Paciocca ed i rappresentanti del Comune di Terracina il Dirigente Dott. Giampiero Negossi ed il Comandante della Polizia Locale Dott. Mauro Renzi.

Era dall’innizio dell’anno che si trascinava la vertenza dei dipendenti comunali di Terracina, promossa dalla CISL FP di Latina, che aveva portato la sigla sindacale a proclamare lo stato di agitazione ed a richiedere il tentativo di conciliazione alla Prefettura di Latina, al fine di evitare iniziative sindacali più forti quali lo sciopero con l’inevitabile interruzione dei servizi erogati ai cittadini.

Grazie all’intervento della Prefettura di Latina, ma soprattutto di S.E. il Prefetto di Latina Dott. Maurizio Falco che ha presieduto tutta la riunione, il nostro rappresentante sindacale ha potuto esporre tutte le problematiche che attanagliano da mesi il personale comunale di Terracina chiedendo di costruire, congiuntamente all’amministrazione, un nuovo approccio alle tematiche lavorative , con nuove relazioni sindacali costruttive, improntate alla moderazione ma soprattutto all’ascolto reciproco e tempestivo delle parti.

Troppe le problematiche che la nostra sigla sindacale aveva cercato di evidenziare all’amministrazione nel corso dell’anno ma che non avevano trovato le adeguate soluzioni quali, il mancato pagamento della performance dei dipendenti e degli istituti contrattuali relativi all’anno 2020, il mancato inizio della contrattazione per la ripartizione del salario accessorio 2021, le numerose problematiche nel settore della Polizia Locale causate principalmente dalla grave carenza di personale, in un periodo molto particolare caratterizzato, da più di un anno, dalla necessità della presenza continua degli agenti ed ufficiali sul territorio stremate dal lungo e continuo impegno per la limitazione del contagio da COVID-19, ma soprattutto la necessità e l’importanza di una progettualità dell’Ente finalizzata all’investimento sui dipendenti ed alla loro valorizzazione con l’obiettivo di incentivare la ripresa economica del territorio.

Sotto la magistrale opera di moderazione di S.E. il Prefetto di Latina Dott. Maurizio Falco, l’amministrazione, rappresentata dal Dirigente Dott. Giampiero Negossi ,p ha sinceramente auspicato un nuovo corso delle relazioni sindacali, impegnandosi per conto del Comune di Terracina, a convocare entro la metà del prossimo mese di ottobre, una delegazione trattante con l’avvenuta costituzione del fondo del salario accessorio ed il positivo parere dei revisori dei conti. Inoltre, ha evidenziato che dopo l’inizio della vertenza della CISL FP di Latina, il Comune di Terracina ha già effettuato nei mesi scorsi, la liquidazione della performance individuale ed organizzativa dello scorso anno, come l’indennità di risultato delle posizioni organizzative e tutti gli istituti contrattuali riferiti al 2020 che non erano ancora stati erogati.

Inoltre, sempre dopo le note inviate dalla CISL FP di Latina, dal mese di gennaio dell’anno in corso, sono state effettuate assunzioni per 6 tecnici geometri, trasformazione per ben 8 agenti della Polizia Locale del loro contratto da part time a 18 ore settimanali a 36 quindi a full time, inoltre sono stati assunti a tempo indeterminato altri 5 agenti della Polizia Locale con lo scorrimento della graduatoria del Comune di Itri ed assunti 4 agenti della Polizia Locale stagionali con contratti a tempo determinato.

A seguito delle dichiarazioni dei rappresentanti del Comune di Terracina, la CISL FP di Latina si è impegnata a sospendere lo stato di agitazione, in attesa della riunione della delegazione trattante per definre le restanti tematiche di carattere contrattuale; S.E. il Prefetto di Latina Dott. Maurizio Falco ha espresso la volontà di seguire personalmente l’ulteriore andamento della vertenza, auspicando al più presto la revoca definitiva dello stato di agitazione, rimarcando la necessità di rasserenerare i rapporti con i dipendenti, chiamati soprattutto in questo periodo, ad uno sforzo per la ripresa del nostro Paese, come volano della resilienza.

Esprimiamo il profondo ringraziamento a S.E. il Prefetto di Latina Dott. Maurizio Falco per il valore etico espresso nel tentativo di conciliazione finalizzato a costruire relazioni proficue tra le parti.