Cosa succederà a Bitcoin dopo che tutti le 21 milioni di monete saranno state estratti?

NewTuscia – Bitcoin ha una clausola, stabilita nel suo codice sorgente: deve avere una fornitura limitata e finita. Per questo motivo verranno prodotti solo 21 milioni di bitcoin. In media, questi bitcoin vengono introdotti nella fornitura a un tasso fisso di un blocco ogni dieci minuti. Inoltre, il numero di bitcoin rilasciati in ciascuno di questi suddetti blocchi viene ridotto del 50% ogni quattro anni.

L’estrazione di Bitcoin è limitata a 21 milioni

Solo 21 milioni di monete bitcoin possono essere estratte in totale. Una volta che i minatori avranno sbloccato questo numero di bitcoin, l’offerta sarà esaurita. Tuttavia, è possibile che il protocollo di bitcoin venga modificato successivamente per consentire un numero di monete maggiori.

Cosa accadrà quando l’offerta globale di bitcoin raggiungerà il limite? Questo è oggetto di molti dibattiti tra i fan delle criptovalute. Attualmente sono stati estratti circa 18,5 milioni di bitcoin. Restano meno di tre milioni che devono ancora essere immessi in circolazione.

 

Premi per l’estrazione di bitcoin

Ad oggi, dieci anni dal lancio iniziale della rete bitcoin, sono stati estratti i primi 18,5 milioni di monete. Con solo tre milioni rimanenti, potrebbe sembrare di trovarci già nelle fasi finali del mining di bitcoin. Questo è vero, ma in un senso limitato.

Il processo di mining Bitcoin premia i minatori con un pezzo di bitcoin dopo la verifica riuscita di un blocco. Questo processo si adatta nel tempo.

Quando bitcoin è stato lanciato per la prima volta, la ricompensa era di 50 bitcoin. Nel 2012 si è dimezzata a 25 bitcoin. Nel 2016 si è nuovamente dimezzata a 12,5 bitcoin. A partire da febbraio 2021, i minatori guadagnano 6,25 bitcoin per ogni nuovo blocco estratto, pari a circa 155.309,71€ in base al valore del 22 giugno 2021. Ciò riduce efficacemente il tasso di inflazione di Bitcoin della metà ogni quattro anni.

La ricompensa continuerà a dimezzarsi ogni quattro anni fino a quando non sarà stato estratto il bitcoin finale. In realtà, è improbabile che il bitcoin finale venga estratto fino all’anno 2140 circa. Inoltre, è possibile che il protocollo di rete Bitcoin venga modificato prima di tale evento.

Per fare trading con le criptovalute e guadagnare notevoli somme extra grazie ad esse, ti consiglio il cos’è Yuan Pay Group, tra i migliori attualmente sul mercato.

 

Impatti dell’offerta limitata di bitcoin sui minatori di bitcoin

Può sembrare che il gruppo di individui più direttamente interessati dal limite dell’offerta di bitcoin siano gli stessi minatori di Bitcoin, ma anche quando l’ultimo bitcoin sarà stato prodotto, i minatori continueranno probabilmente a partecipare attivamente e in modo competitivo e a convalidare nuove transazioni. Il motivo è che ogni transazione Bitcoin ha una commissione di transazione allegata.

Queste commissioni, pur rappresentando oggi poche centinaia di dollari per blocco, potrebbero potenzialmente salire fino a molte migliaia di dollari per blocco, soprattutto all’aumentare del numero di transazioni sulla blockchain e all’aumentare del prezzo di un bitcoin.

 

Considerazioni speciali

La drastica diminuzione delle dimensioni della ricompensa potrebbe significare che il processo di mining cambierà completamente prima della scadenza del 2140.

È anche importante tenere presente che è probabile che la stessa rete bitcoin cambierà in modo significativo da oggi ad allora. Considerando quanto è successo a Bitcoin in appena un decennio, nuovi protocolli, nuovi metodi di registrazione ed elaborazione delle transazioni e un numero qualsiasi di altri fattori possono influire sul processo di mining.

Gli ultimi eventi significativi sono la lettera dell’Office of the Comptroller of the Currency (OCC) del gennaio 2021 che autorizza l’uso di criptovalute come metodo di pagamento, l’introduzione di Bitcoin da parte di Paypal e l’accettazione di Bitcoin per l’acquisto di un auto da parte di Tesla.