Unitus tra le migliori università al mondo per scienze della vita e scienze fisiche

NewTuscia – VITERBO – La rivista specializzata in temi universitari Times Higher Education (THE), dopo aver pubblicato agli inizi di settembre il prestigioso World University Ranking 2022 –  che ha confermato il posizionamento dell’Università della Tuscia tra le prime 600 università al mondo e tra le prime 25 in Italia  –  ha reso noto, questa settimana, anche le classifiche per settori disciplinari specifici (Rankings by subject) riguardanti Scienze della Vita (Life Sciences) – comprendente diverse sub-aree scientifiche tra le quali scienze biologiche, scienze agrarie e forestali – e Scienze fisiche (Physical Sciences), macro area che include le discipline di matematica e statistica, fisica, chimica, geologia, scienze ambientali e scienze della terra e marine.

E per la prima volta Unitus è presente nel ranking disciplinare delle Scienze Fisiche dove si posiziona nella fascia 251-300, collocandosi nella top-10 a livello nazionale (ottavo posto) su 39 università italiane presenti e nella stessa fascia delle università di Bologna, Trieste e Urbino. In particolare, l’Università della Tuscia si colloca al 2° posto a livello nazionale su 39 università italiane presenti nel ranking disciplinare per l’impatto delle citazioni scientifiche (dimensione “Citations”) e all’8° posto a livello nazionale per la dimensione Ricerca, dimensione che considera indicatori relativi alle  entrate per attività di ricerca, produttività del personale docente e reputazione internazionale.

Per l’area di Scienze della Vita (Life Sciences), Unitus conferma anche nell’edizione 2022 il posizionamento nelle prime 400 al mondo (fascia 301-400), collocandosi a livello italiano nella stessa fascia, tra le altre, delle Università di Firenze, Bologna, Torino, Milano, Modena e Reggio Emilia, Napoli Federico II, Parma, Pisa e Roma Tor Vergata.

Andando più nel dettaglio delle singole dimensioni considerate nel ranking, l’Università della Tuscia si colloca al 2° posto a livello italiano, su 40 Atenei presenti nel ranking (4 in più della precedente edizione), per la dimensione riguardante le citazioni, misurata come il numero di volte che un lavoro pubblicato da docenti e ricercatori dell’Ateneo nell’area disciplinare specifica viene citato a livello globale, facendo riferimento al database Scopus (Elsevier).