Viterbo 2020, riaprano i centri sociali per anziani

NewTuscia – VITERBO – “Con tanto di invito da parte del presidente della regione Lazio ad aprire i centri per anziani il prima possibile anche nel Lazio, a Viterbo non è ancora stato fatto”.

Sono le consigliere comunali Chiara Frontini e  e Patrizia Notaristefano, appartenenti a Viterbo 2020 a lanciare l’appello per la riapertura dei centri sociali polivalenti nella conferenza che si è tenuta questa mattina al Sacrario davanti al Monumento ai Caduti.

Nella città ci sono 10 strutture di questo tipo, con in media 500 iscritti ciascuno ed hanno bisogno di manutenzione, hanno spiegato. “La regione, che ha approvato le linee guida per la riapertura, invitando i comuni ad adottare nuovi regolamenti che tengano conto della situazione attuale e per la cui approvazione c’è tempo fino al 30 settembre, ha stanziato 3 milioni e mezzo di euro per a manutenzione. Una cifra fondamentale per i centri anziani che non possiamo permetterci di perdere”.

Le domande poste alla fine, attorno a cui ruotava l’incontro, riguardano il comune; cosa sta facendo, perchè non è ancora intervenuto in merito alla questione quando nella Tuscia in molti si stanno organizzando? Il nuovo regolamento è pronto? E quando riapriranno i centri.

Ad assistere alla conferenza il gruppo “Politiche Sociali” del Movimento Civico Viterbo 2020.