Intervista a Lina Novelli, sindaco di Canino

NewTuscia – CANINO – Abbiamo intervistato il sindaco uscente di Canino, Lina Novelli, che si ricandida alle prossime elezioni amministrative.

Lina Novelli, 5 anni trascorsi alla guida del Comune di Canino e siamo prossimi alla sua ricandidatura a Sindaco…

“I  cinque anni trascorsi sono stati per l’amministrazione comunale di Canino un tempo necessario per recuperare ed implementare interventi  in investimenti, progettualità, opere e servizi  a favore di una complessa e straordinaria  comunità. Un tempo veloce rispetto alle esigenze dell’iter amministrativo che richiede idee, progetti, finanziamenti e risorse”.

Possiamo riassumere dove avete maggiormente lavorato per Canino?

“L’attenzione è stata rivolta in particolare alla necessità di tenere fede alle principali caratteristiche della cosa pubblica: efficacia, efficienza ed economicità comprensiva degli elementi di  trasparenza, privacy ed accesso civico, elementi di base nel percorso amministrativo. La prima urgenza quella di ottimizzare ed integrare le risorse umane all’interno dell’organizzazione degli uffici e dei servizi. Grazie ad un concorso per categoria  c1 sono state assunte 6 unità all’ interno dei settori strategici dell’ente, 1  nel settore tecnico di categoria D ed 1 vigile urbano. Di sicuro Il pensionamento, in atto, di diverse figure essenziali nella guida della macchina amministrativa impone nuove assunzioni nel breve e medio termine. Gli impegni ed il lavoro quotidiano per la ricerca di finanziamenti e l’ottimizzazione di risorse comunali hanno i

Lina Novelli

ndirizzato le scelte sui temi più importanti riguardanti i settori ambientali, sociali, economici culturali e turistici della  comunità. Parchi, giardini e zone urbane sono state le priorità ai quali si sono aggiunti i temi ambientali in particolare l’ampliamento dell’isola ecologica e l’ottimizzazione della raccolta differenziata per arrivare alla tutela dell’ambiente ed al risparmio attraverso la sperimentazione della tariffa puntuale che tiene conto della quantità e della qualità dei conferimenti. L’attenzione alla vocazione agricola  del territorio si è evidenziata non solo con il finanziamento del piano di sviluppo rurale ma anche con l’apporto progettuale alle linee strategiche  dell’associazione nazionale città dell’olio, la partecipazione come fondatori nella rete delle città del formaggio e l’adesione al Bio-distretto del lago di Bolsena”.

Il sociale ed il culturale sono stati altri temi al centro della sua agenda.

“La  cura  ai temi sociali si è evidenziata in maniera puntuale grazie ad un lavoro  di squadra con le figure professionali dell’ente e con l’attività costante della rete integrata territoriale con uno sguardo attento agli strumenti di interazione sociale, campi estivi ed asilo nido. Nel campo culturale abbiamo ottenuto finanziamenti per il museo della ricerca archeologica di Vulci (circa 300.000 euro) ,  è stata rinnovata la convenzione con il Parco Archeologico di Vulci, abbiamo recuperato risorse per il teatro comunale ed implementato il collegamento con i musei napoleonici internazionali”.

Parliamo di opere pubbliche.

“Incessante l’impegno per realizzare opere  nel settore dei lavori pubblici che ha toccato diverse zone del paese in termine di rifacimento delle strade, manutenzione straordinaria delle fontane, interventi destinati alla sicurezza nella scuola e nell’edificio comunale, adeguamento dei servizi nella sede del centro sociale anziani. Diversi gli interventi, tuttora in fase di realizzazione per il rifacimento della rupe tufacea di 2.000.000 di euro, itinerari turistici per 55.000 euro ed area camping per circa  200.000 euro. E’ in corso la procedura per l’individuazione del professionista, un impegno di 49.000, che dovrà curare la redazione della variante generale al P.R.G. L’illuminazione pubblica ha visto un investimento che arriverà ad un impegno di circa  1.000.000 euro  per ripristino e sostituzione di pali illuminanti, nuovi impianti come alla pineta comunale ed implementazione di luci a led per recupero energetico nel centro abitato. In arrivo il finanziamento regionale di 80.000 euro per illuminazione e decoro urbano nella zona 167″.

Ma avete fatto anche tanto altro…

“La sensibilità verso le attività produttive ha fatto sì che venisse sostenuto dalla Regione Lazio un contributo  di euro 100.000  per la costituzione della rete Discover Canino finalizzato alla promozione e valorizzazione della stessa sperimentando anche modalità innovative di collaborazione pubblico/privato. Non trascurata alcuna attività sportiva e indirizzati investimenti su zone strategiche di settore comprese nuove progettualità nella zona 167. L’attenzione e la collaborazione con La Provincia  di Viterbo ha permesso il rifacimento della sp di Castro, sp Dogana e Via Tuscania nel centro abitato. Molti degli obiettivi in programmazione sono stati rallentati dalla straordinaria necessità di affrontare un  evento  mai verificatosi prima del 2020 vale a dire la pandemia da Covid 19 ed è diventata priorità rispetto a qualsiasi altro progetto, la salvaguardia della salute dei cittadini, che ha assorbito ogni nostra sensibilità ed occupazione”.

Sono stati due anni molto difficili che hanno colpito i più deboli. Come vi siete mossi?

“Siamo entrati in sinergia con i bisogni primari di ciascuno per rassicurare, condividere,  combattere ed affrontare insieme i dubbi, le incertezze e la precarietà di una situazione che pur da impreparati abbiamo dovuto combattere insieme. Una condizione nuova che ancora presenta  punti deboli nella condizione sociale, economica, di sicurezza  e di salute di ciascuno. Uno spaccato di vita che vede attenti ed attivi tutti i settori  dell’amministrazione comunale e le istituzioni in generale. Avremmo voluto fare molto più  per raggiungere tutti ed altri obiettivi importanti per la collettività con la convinzione che impegno, passione e competenza siano le leve principali per  lo sviluppo locale. Consapevoli delle sfide e delle opportunità  future confidiamo nelle occasioni garantite dalle risorse del  Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza “PNRR”, di cui le comunità locali beneficeranno se potranno contare su politici e tecnici dotati della necessaria competenza, esperienza e  capacità”.

Vi presentate con la lista LINA NOVELLI SINDACO- CANINO RISORSA COMUNE. Riassumiamo il vostro programma e chi sarete?

“Siamo pronti con la lista LINA NOVELLI SINDACO- CANINO RISORSA COMUNE a raccogliere ed investire su nuovi risultati per la crescita della comunità di Canino:

Dal digitale all’agricoltura al turismo, dal miglioramento dell’organizzazione interna agli interventi sociali

MACCHINA AMMINISTRATIVA

Obiettivi di Efficienza, Efficacia, Economicità, Equità attraverso l’ottimizzazione delle risorse umane e finanziarie dell’ente locale.

Organizzazione degli uffici e servizi comunali.

Integrazione delle risorse umane nei diversi settori di necessità.

Digitalizzazione della Pubblica amministrazione.

Servizi e cittadinanza digitale.

AGRICOLTURA

Valorizzazione e sostegno all’agricoltura e prodotti locali.

Ricerca risorse dei fondi europei per strade rurali ed attività agricole.

Promozione ed interventi di sistema nelle filiere dell’olio ed asparago.

Valorizzazione di “Canino città del formaggio” con la rete nazionale.

Ingresso nel sistema nazionale delle “città della mandorla”.

Utilizzo puntuale delle risorse regionali ed europee finalizzate alla crescita dei prodotti e territori rurali.

INTERVENTI  TURISMO , CULTURA E SPORT

Teatro comunale- gestione attività

Museo della ricerca archeologica di Vulci- istituzione della figura del direttore.

Ingresso nella compagine societaria della Fondazione Vulci e collaborazione con la gestione del Parco Archeologico di Vulci.

Attrattività del centro storico, turismo sostenibile attraverso la valorizzazione della cultura, della storia, delle arti e delle tradizioni.

Sistema turistico e rete delle attività locali, strutture private e pubbliche per favorire accoglienza ed ospitalità.

Integrazione, creazione e promozione  degli itinerari turistici.

Valorizzazione, prodotti tipici del territorio a sostegno delle filiere commerciali, artigianali ed agroalimentari.

Interventi di collegamento con il Piano Nazionale dei borghi.

Piscina comunale – richiesta finanziamenti per copertura della struttura ed utilizzo oltre il limite della stagione estiva.

Rete delle attività sportive locali e sostegno alle iniziative riguardanti gli obiettivi delle associazioni esistenti.

GESTIONE RIFIUTI, RACCOLTA DIFFERENZIATA E TUTELA AMBIENTALE

Nuovi obiettivi in linea con la normativa europea e nazionale.

Ecovigili ambientali.

Obiettivo “rifiuti zero” e tariffa puntuale destinata alla tutela ambientale ed al risparmio sui tributi locali a favore dei cittadini utenti.

Integrazione sulla messa in sicurezza ed adeguamento degli edifici, efficienza energetica e sistemi di illuminazione pubblica.

Integrazione e sostituzione dei corpi illuminanti per risparmio energetico e decoro urbano.

Illuminazione artistica negli immobili di pregio.

Messa in opera di nuove colonnine di ricarica per auto elettriche.

Trasporto pubblico urbano con veicoli elettrici.

Studio per realizzazione pista ciclabile.

Valorizzazione  e gestione aree riguardanti il patrimonio ambientale tra i quali Oasi di Vulci.

SCUOLA ED EDUCAZIONE

Miglioramento dell’offerta educativa per ogni ordine e grado.

Servizi di sostegno e collaborazione con le famiglie.

Rete per la formazione e crescita culturale dei giovani attraverso la collaborazione con la struttura Universitaria  “UNITUS”

Implementazione di associazione volontari per la cultura a servizio del teatro, biblioteca e museo della ricerca archeologica di Vulci.

Scuola di formazione per addetti alla ristorazione presso “Arancera” sala del gusto.

SERVIZI SOCIALI

Politiche di attenzione ai settori deboli della comunità.

Interventi per una vita autonoma delle persone anziane nelle proprie abitazioni.

Rafforzamento dei servizi sociali a domicilio.

Supporto  e sostegno alla promozione del benessere e salute mentale delle fasce deboli.

Sportello ascolto e Sportello lavoro

Sostegno alla partecipazione delle donne al mercato del lavoro attraverso la conciliazione e servizi di sostegno.

Presidio territoriale di servizi sociali e sanitari integrati.

Istituzionalizzazione  nel comune della figura del disability manager.

Struttura di accoglienza e servizi diurni a favore della disabilità “Dopo di noi” a sostegno dell’autonomia e integrazione sociale.

RIGENERAZIONE URBANA  E PIANI INTEGRATI

Miglioramento del decoro urbano attraverso la ristrutturazione degli edifici pubblici.

Sostegno ad interventi finalizzati al recupero e ristrutturazione degli immobili privati.

Piani integrati per promuovere attività sociali, culturali ed economiche con attenzione agli aspetti ambientali.

Ricerca nuovi finanziamenti per la crescita e valorizzazione della rete d’impresa a sostegno e beneficio della riqualificazione delle attività commerciali ed artigianali locali.

Rigenerazione urbana comunale indirizzata alla gestione e fruizione dei giardini e parchi.

Rifacimento delle strade comunali nella zona urbana ed extraurbana del paese.

Riqualificazione e messa in sicurezza delle tre aree di ingresso al paese.

Riqualificazione e messa in sicurezza area largo Bonaparte

Riqualificazione e messa in sicurezza strada regionale 312 con richiesta interventi ASTRAL.

Riqualificazione area 167 e Giovanni XXIII.

Nuovi interventi riguardanti il completamento, il consolidamento e la riqualificazione della rupe tufacea.