Interruzione di pubblico servizio al PAT di Cori

NewTuscia – Cori – Il Comitato Civico di Cori chiede al Sindaco, massima autorità sanitaria a livello locale, di denunciare la ASL di Latina per l’ interruzione di pubblico servizio, che nella giornata odierna si sta verificando presso il Punto di Assistenza Territoriale, ex PPI, per la totale assenza del personale medico.

I fatti: il medico di pronto intervento previsto nel turno di stamane ha comunicato la propria indisponibilità per suo improvviso malore; in una situazione normale chi di dovere avrebbe dovuto attivare medici in reperibilità; fatto sta che dalle 8.00 alle 14.00 nessun medico si è presentato,  e probabilmente anche fino alle 20.00 orario di chiusura del PAT. Al personale infermieristico del PAT di Cori, praticamente è stato detto di arrangiarsi per le medicazioni e dirottare gli utenti al PAT di Cisterna o al DEA di Latina.

E proprio oggi, numerosi pazienti si sono recati al PAT di Cori, non trovando il medico di Pronto Intervento, nè una Guardia Medica di riferimento, oltretutto  in una situazione già di grande precarietà, dove un terzo della popolazione di Cori e Rocca Massima è sprovvista da mesi di Medico di Famiglia.

E’ l’ennesima prova dell’incapacità e inadeguatezza dei diversi burocrati che si avvicendano nel gestire i servizi sanitari del nostro territorio, totalmente sprovvisti di senso di responsabilità verso la gestione di un servizio che è essenziale. Chiediamo pertanto che sia il Sindaco, Mauro De Lillis, a chiedere che questa vergognosa gestione, venga perseguita penalmente, e invitiamo gli stessi cittadini bisognosi di assistenza a denunciare quanto sta accadendo e di rivolgersi immediatamente ai Carabinieri.